Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Uk, giù il prezzo e nuovo brand. Vodafone rilancia le femtocelle

Nel tentativo di attrarre più clienti per il prodotto destinato alla copertura indoor l’operatore rinnova il brand del servizio indoor

19 Gen 2010

Vodafone Uk abbassa il prezzo e cambia il nome del servizio
femtocelle nel tentativo di attrarre più clienti per il prodotto
destinato alla copertura indoor. Da oggi l’offerta sarà
commercializzata col brand Vodafone Sure Signal e sarà disponibile
al prezzo di 50 sterline (o in leasing a 5 sterline al mese per 12
mesi) per i piani tariffari di almeno 25 sterline. Per chi ha piani
tariffari per meno di 25 sterline, il prezzo di Sure Signal
(prodotto dalla Sagem) sale a 120 sterline o 5 sterline al mese per
24 mesi. Il prezzo della femtocella è lo stesso per le piccole
imprese, che potranno anche scalare l’Iva.

Vodafone era stata la prima azienda in Europa, lo scorso luglio, a
lanciare il servizio femtocelle. Si tratta di uno scatolotto che,
collegato all’Adsl, crea una piccolissima cella di rete mobile a
casa, ripetendo così il segnale dell’operatore. Allora il
servizio era stato chiamato Vodafone Access Gateway e venduto a 160
sterline, rateizzabili fino a 24 mesi. "Il nuovo nome Sure
Signal è più calzante”, secondo la Vodafone, che non ha voluto
rivelare quante femtocelle ha finora distribuito.

Negli ultimi anni si è molto discusso dell’opportunità degli
investimenti nella femtocella. Le opinioni di aziende e analisti
variano da mercato a mercato. Per esempio, a settembre
l’incumbent australiano Telstra ha detto di non avere intenzione
nell’immediato di usare le femtocelle, perché la sua rete Hspa+
sfrutta la banda degli 850-MHz e la copertura indoor è garantita.
Le femtocelle sono a volte state presentate come un valido
strumento per alleggerire il carico sulle reti degli operatori
causato dal crescente uso di dati su telefonia mobile, ma secondo
alcune aziende la migrazione all’Lte 3G risolverà ogni
problema.

In Gran Bretagna, Vodafone afferma che, in base a un suo sondaggio
di fine 2009, un cliente su 50 cambierebbe casa se potesse godere
di miglior copertura. "Avere un buon segnale è importante, a
volte vitale”, secondo Guy Lawrence, Ceo di Vodafone Uk. "In
alcuni edifici, l’unico modo per ottenere copertura mobile
costante è con Vodafone Sure Signal”.

I commenti sono chiusi.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link