Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

L'INDAGINE

Usa, Motorola Mobility nel mirino dell’Ftc

Indagine formale della Federal Trade Commission sull’uso dei brevetti da parte dell’azienda controllata da Google

02 Lug 2012

P.A.

I brevetti di Motorola Mobility nel mirino della Federal Trade Commission Americana. L’agenzia Usa del commercio ha aperto un’inchiesta formale per verificare se l’azienda rilevata da Google utilizzi in maniera conforme i brevetti tecnologici standard nel settore mobile. Lo rende noto Bloomberg, citando tre fonti vicine al dossier, secondo cui la Ftc ha chiamato in causa Google, proprietaria di Motorola Mobility.

La Ftc ha chiamato in causa anche Microsoft e Apple, alle quali l’agenzia Usa ha chiesto formalmente se Motorola Mobility mette a disposizione in maniera trasparente e in termini ragionevole brevetti e standard fondamentali per lo sviluppo del 3G, del Wi-Fi e del video streaming.

Un altro ramo dell’inchiesta riguarda la volontà o meno di Google di portare avanti la guerra dei brevetti aperta da Motorola Mobility prima dell’acquisizione annunciata lo scorso mese di agosto. Se Google deciderà di portare avanti le diverse cause legali sul fronte brevetti, il rischio è il blocco delle importazioni di diversi prodotti di largo consumo come l’Xbox di Microsoft e l’iPhone e l’iPad della Apple.

L’indagine della Ftc negli Usa arriva qualche mese dopo l’apertura di analoghe misure da parte della Commissione Europea nei confronti di Motorola e Samsung. L’Antitrust Usa ha deciso che la Ftc si occupi di Motorola mentre il Dipartimento della Giustizia si occuperà di Samsung.

I commenti sono chiusi.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link