Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Via all’ottava edizione dell’University Program

07 Mar 2011

Parte oggi l’ottava edizione del Nokia University Program (Nup),
il progetto che consente agli studenti universitari di avvalersi di
un nuovo canale di comunicazione tra l’impresa e l’Università
e di sperimentare l’approccio concreto del mercato.

Ideare un’applicazione e relativo business plan per il suo
lancio, attraverso la formazione di gruppi interdisciplinari
formati da studenti di facoltà e di atenei diversi, è la sfida a
cui Nokia chiama gli studenti. Il Nup 2011 riflette il trend, ormai
mondiale, che vede gli smartphone diventare lo specchio della
personalità anche in base alle applicazioni con cui si sceglie di
caratterizzarlo.

Infatti, secondo uno studio condotto da Nokia a livello globale, su
oltre 5.200 possessori di smartphone in dieci Paesi, il 55% degli
utilizzatori crede che le applicazioni aiutino a migliorare la
propria vita e quindi le usa mentre si trova in casa (33%), in
viaggio (19%) o al lavoro (13%). Tendenza confermata anche in
Italia da ben 45% dei possessori dei così detti “telefoni
cellulari intelligenti”.

Il Nup 2011 si contraddistingue per alcune importanti novità:
l’introduzione di 7 aree tematiche in cui ascrivere i progetti
(mobilità, wellness, media & news, istruzione, lavoro, giochi,
utilities e servizi) il nuovo numero di gruppi premiati – che da 3
passa a 5 – e la realizzazione, da parte di Nokia, di tutti e 3 i
progetti che saliranno sul podio.

Per partecipare all’edizione 2011 del Nokia University Program,
gli studenti dovranno iscriversi attraverso il sito internet
www.nokia.it/nup, dove potranno creare un proprio gruppo composto
da massimo 4 persone o aderire ad un gruppo già esistente.
Nell’area riservata del portale, i partecipanti avranno accesso a
tutto il materiale messo a disposizione da Nokia per la risoluzione
del caso aziendale proposto. Grazie a questo meccanismo, il Nup
mira a favorire lo scambio, la condivisione e la collaborazione tra
i partecipanti e i diversi atenei.

Nel corso dell’estate, verranno esaminati i progetti presentati
dagli studenti e i migliori entreranno nella rosa dei 5 finalisti
che saranno valutati da una giuria di esperti nominata da Nokia.
Non solo, una menzione speciale sarà attribuita da Repubblica.it
anche al progetto che, tra i cinque, sarà maggiormente votato su
www.repubblica.it dalla giuria di utenti.

Nokia svilupperà e realizzerà le tre applicazioni che saliranno
sul podio, si occuperà della loro distribuzione e riconoscerà
agli ideatori un compenso derivante dalla loro commercializzazione.
Al quarto e al quinto classificato, Nokia riserverà la
partecipazione al Nokia Experience Day, un’intera giornata in
azienda a stretto contatto con il top management.

“Crediamo che chiedere agli studenti di cimentarsi
nell’ideazione di un’applicazione e nell’elaborazione di un
business model, significhi fornire loro strumenti concreti di
valutazione per un mercato che sempre più rappresenta un
importante sbocco professionale per il futuro, in un settore, mi
piace ricordarlo, fortemente meritocratico che premia chi meglio sa
interpretare i bisogni del grande pubblico. Dal nostro Ovi Store
ogni giorno vengono effettuati 4 milioni di download ed è ormai
nutrita la schiera di sviluppatori che può vantare vendite record:
un’opportunità di guadagno reale, aperta a tutti e subito ” ha
commentato Elisabetta Ascione, Responsabile Nokia University
Program.

Anche per l’ottava edizione, infine, è prevista l’importante
menzione speciale Nokia-Ibm che sarà assegnata all’applicazione
più “accessibile”, in linea con il progetto Mobile Wireless
Accessibility – attraverso il quale Nokia Italia e Ibm
collaborano già da diversi anni – che ha l’obiettivo di
promuovere l’uso delle nuove tecnologie per migliorare la vita
degli utenti che necessitano di facilitazioni strumentali.
L’altra menzione speciale, targata Repubblica.it, sarà assegnata
dalla giuria degli utenti della rete che saranno chiamati a votare
le sintesi dei 5 progetti finalisti sul sito internet
www.repubblica.it, per decretare quale sarà il progetto preferito.