Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Vodafone cede a Ericsson le Network Field Operations

Via libera dei sindacati al passaggio della divisione networking alla casa svedese. Garantiti i 335 posti di lavoro dei professionisti specializzati nella manutenzione di rete

28 Giu 2011

Vodafone ha siglato un accordo con le organizzazioni sindacali per
la cessione ad Ericsson del ramo di azienda Network Field
Operations. L'accordo approvato, dai dipendenti attraverso
consultazione, garantisce la stabilità occupazionale e la
salvaguardia degli accordi aziendali per i 335 professionisti della
manutenzione di rete di Vodafone, che passano ad Ericsson.

L’accordo riguarda 335 professionisti dei servizi di manutenzione
operativa della rete di Vodafone che dal primo luglio verranno
trasferiti ad Ericsson.

L’accordo garantisce il pieno mantenimento del contratto a tempo
indeterminato per tutti i 335 professionisti della manutenzione di
rete nonché la salvaguardia dei trattamenti economici e normativi
derivanti dagli accordi sindacali di Vodafone. E’ inoltre
garantita la stabilità occupazionale per tutta la durata del
contratto commerciale tra Vodafone e Ericsson (5 anni).

Vodafone, si legge in una nota aziendale, ha confermato il proprio
piano industriale che valorizza le nuove tecnologie e i nuovi
servizi, l’innovazione e la crescita delle competenze
professionali.

La proprietà, lo sviluppo e la gestione della rete continuano ad
essere elementi fondamentali della strategia di Vodafone in Italia
come dimostra il piano di investimenti annunciato ad ottobre 2010 e
finalizzato ad estendere la copertura della banda larga via radio
in tutta Italia, cui si aggiungono gli investimenti in risorse e
tecnologia sulla rete fissa degli ultimi tre anni.

Con questo accordo viene ribadita la strategia di collaborazione
industriale tra Vodafone ed Ericsson a livello nazionale volta, sia
al continuo miglioramento della performance e dell’efficienza dei
servizi di manutenzione della rete sul territorio, che allo
sviluppo dei 335 professionisti.

I commenti sono chiusi.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link