Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Vodafone, crescono i ricavi. In volata i clienti a banda larga fissa

L’operatore chiude il terzo trimestre 2009 con revenue da servizi a +0,7% e utenti broadband a quota 1,2 mln. Bertoluzzo: “Avanti con gli investimenti per reti veloci fisse e mobili”

04 Feb 2010

Ricavi in crescita per Vodafone nel terzo trimestre 2009. Al 31
dicembre l’operatore ha chiuso con ricavi da servizi che si
attestano a 2.116 milioni di euro, in crescita del 0,7%. I ricavi
totali sono arrivati a 2.233 milioni di euro, con un aumento del 2%
rispetto al trimestre dello scorso anno.

“Rispetto al terzo trimestre 2008 la crescita dei ricavi da
servizi è stata conseguita grazie all’aumento della penetrazione
dei servizi di banda larga mobile e internet mobile – spiega
l’azienda in una nota – alla continua acquisizione di clienti in
abbonamento, sia privati che business, e al contributo crescente
dei servizi di telefonia fissa”.

In crescita anche i ricavi dati e messaggistica che salgono
dell’8% pari al pari al 28% dell’incidenza dei ricavi da
servizi mobili, grazie all’aumento dei servizi a banda larga
mobile che registrano un +19.8% rispetto allo stesso trimestre
dell’anno precedente. “Quest’ultimo risultato è stato
ottenuto grazie alla sempre maggiore diffusione delle Internet Key
– spiega Vodafone – dello sviluppo della tecnologia Hsdpa a 14.4
Mbps e dalla crescente penetrazione degli smartphone sostenuta
anche dal lancio della nuova offerta Vodafone 360”.

Le Sim mobili sono 29.880.000 (-0,5% rispetto a dicembre 2008), con
un aumento dei clienti in abbonamento, privati e business, del
19,1%.

I ricavi da rete fissa confermano una crescita del 22,4%, derivante
dall’aumento dei clienti Adsl Vodafone e TeleTu (già Tele2) ,
che hanno raggiunto quota 1 milione e 200 mila (+55,4% rispetto al
31 dicembre 2008).

In flessione i ricavi da traffico voce (-5,2%) a causa della
discesa dei prezzi determinata dalla pressione competitiva e da
interventi regolatori sulle tariffe di terminazione.

‘‘In un mercato ancora fragile e in un contesto competitivo
sempre pià agguerrito, gli investimenti sulla larga banda e la
focalizzazione sul Cliente ci hanno consentito di ribilanciare la
contrazione dei prezzi – commenta l’Amministratore delegato di
Vodafone Italia, Paolo Bertoluzzo. Affinchè questo percorso
virtuoso di investimenti possa continuare e’ essenziale che anche
nel mondo della rete fissa si realizzi una vera competizione a
favore del Cliente”.

“È decisivo –  conclude l’Ad – che il dibattito in corso
sulla evoluzione della rete fissa crei le condizioni favorevoli
alla realizzazione della rete di nuova generazione, infrastruttura
indispensabile allo sviluppo sociale ed economico del Paese.’’