Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Wind: mol, ricavi e clienti in crescita

La riduzione del debito, per circa 300 milioni, ha però pesato sugli utili, in calo a 102 milioni nei primi nove mesi del 2010. Eccezionale avanzata nella telefonia mobile: utenti a +9,6%

05 Nov 2010

Nove mesi in chiaroscuro per Wind. L'operatore chiude il
periodo gennaio-settembre 2010 con profitti a quota 102 milioni di
euro rispetto ai 281 milioni dello stesso periodo nel 2009. A
pesare sul risultato gli sforzi per ridurre l'indebitamento che
è sceso a 8.275 milioni di euro, in comunque diminuzione rispetto
a 8.541 milioni di euro al 31 dicembre 2009.

Il risultato netto è stato influenzato, spiega Wind
''maggiori interessi passivi, relativi all'emissione
obbligazionaria finalizzata nel mese di luglio 2009, fiscalmente
parzialmente non deducibili''. In particolare il rapporto
tra indebitamento finanziario netto/Ebitda è ora a 3,8 volte, in
diminuzione rispetto a 4,1 al 31 dicembre 2009. Salgono invece del
2,9% i ricavi pari a 4.355 milioni di euro.

Il margine operativo lordo si attesta a 1.636 milioni di euro
(+2,4%) ''grazie alla crescita registrata nei ricavi
abbinata al controllo dei costi'' puntualizza Wind. Il
risultato operativo registra una crescita del 9,7% attestandosi a
895 milioni di euro.

Di contro al forte calo dell'utile aumentano i clienti della
telefonia fissa e mobile. Nel mobile la società, si è confermata
capace di conquistare clienti, saliti del 9,6% a 19,6 milioni. 
Nel solo terzo trimestre Wind ha registrato 360 mila attivazioni
nette, mantenendo un tasso di abbandono dei clienti stabile. La
performance nei nove mesi è stata anche influenzata dalla forte
crescita dei ricavi derivanti dai servizi dati, pari al 25,7%
rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, grazie
all' incremento dei servizi Internet mobile (+59,2%) e dalla
performance dei servizi dati tradizionali, che crescono di oltre il
10%.

Risultati in crescita anche nel segmento della telefonia fissa e
Internet, con una crescita dei clienti voce e Internet. "La
performance – spiega la nota – è risultata particolarmente
positiva nel segmento consumer, che riporta ricavi in crescita del
4,1%, controbilanciata dalla flessione nei ricavi da traffico
internazionale". La base clienti voce di Infostrada ha
raggiunto a fine settembre i 2,91 milioni, di cui 2,14 direttamente
connessi alla rete di Infostrada.

I ricavi Internet e dati hanno continuato a crescere (+11,2%
rispetto allo stesso periodo del 2009), principalmente grazie ai
ricavi da servizi a banda larga, che aumentano del 17,7%. I clienti
dei servizi a banda larga hanno registrato nel periodo un
incremento del 15,9%, superando così 1,8 milioni.