Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Zte scommette su Android. Nel 2010 pronti i primi cellulari

L’azienda cinese si unisce alla Open handset alliance: nei prossimi tre mesi via ai primi modelli con l’Os targato Google

15 Gen 2010

Cellulari con sistema operativo Android di Google sempre più sulla
cresta dell’onda. La cinese Zte si è unita alla Open handset
alliance (Oha) e ha confermato che porterà sul mercato i suoi
smartphone Android nel primo trimestre 2010. "Zte ha investito
molto lo scorso anno nella ricerca e sviluppo dei telefonini
intelligenti Android", ha sottolineato Lin Qiang, general
manager di Zte Smartphones. "Gli smartphone con il sistema
operativo di Google sono sempre più di moda e richiesti e Zte è
decisa a investire in questa piattaforma innovativa per soddisfare
la domanda del mercato”. 

Lo scorso novembre il produttore cinese aveva annunciato che
avrebbe lanciato nel 2010 i suoi telefonini con sistema Android e
che era in trattative con alcuni operatori: Vodafone, Verizon
Wireless, Orange e T-Mobile. Quanto alla partecipazione all’Oha,
Zte è il terzo fornitore cinese che si unisce al gruppo, dopo il
produttore di telefoni e Pc Lenovo e la rivale Huawei.
Quest’ultima ha fatto il suo ingresso nell’Oha già a dicembre
2008, poco dopo aver rivelato il progetto di sviluppare la sua
linea di smartphone Android. Il primo telefonino Huawei con il
sistema operativo di Google è uscito a settembre 2009, con la
partnership dell’operatore europeo T-Mobile, rivolto alla fascia
bassa del mercato smartphone. 

Nella competizione entra però anche il produttore di telefonini
coreano Lg, che proprio nei giorni scorsi ha annunciato che
lancerà quest’anno 20 smartphone basati su diversi sistemi
operativi, tra cui Android. "Ci aspettiamo molto dai
telefonini Android, un sistema operativo user-friendly e ad accesso
aperto. Dovrebbero rappresentare più della metà dei nuovi modelli
di smartphone della nostra azienda”, ha fatto sapere Lg. E questo
nonostante la pubblicità negativa che ha accompagnato l’uscita
del primo smartphone Android di Google, Nexus One: è stato
lanciato negli Stati Uniti insieme a T-Mobile Usa, ma i clienti si
sono lamentati di non riuscire a restare connessi alla rete 3G
dell’operatore. 

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link