LA TRIMESTRALE

Apple, vendite iPhone a -10%. Via a buyback record da 110 miliardi



Indirizzo copiato

È il maggior riacquisto di azioni nella storia dell’azienda che chiude il quarter con risultati in calo ma batte le stime degli analisti. Il ceo Tim Cook annuncia che i ricavi torneranno a crescere già nel trimestre corrente

Pubblicato il 3 mag 2024



tim-cook-apple

Apple ha registrato nel secondo trimestre dell’anno fiscale 2024 un fatturato e un utile netto in calo rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, ma tuttavia superiori alle aspettative del mercato. Vistoso il rallentamento degli iPhone, con vendite diminuite del 10% rispetto allo stesso quarte del 2023 a 45,96 miliardi, poco sotto i 46 miliardi del consensus. Nonostante le ombre e le luci dei risultati sul piano finanziario, il titolo ha registrato un rialzo di oltre il 7% nell’after-hours, dopo che la società di Cupertino ha annunciato il più grande buyback azionario della sua storia. Il consiglio di amministrazione della società ha infatti autorizzato un riacquisto azionario da 110 miliardi di dollari, pari a un aumento del 22% rispetto al buyback dello scorso anno da 90 miliardi, che a sua volta era stato il maggiore nella storia di Apple.

I dati finanziari del trimestre

Entrando più nello specifico delle performance finanziarie, nel secondo trimestre Apple ha messo a segno un utile netto di 23,64 miliardi (-2%), o 1,53 dollari per azione, su ricavi di 90,75 miliardi (-4%), contro attese per 1,50 dollari su 90,01 miliardi.

A differenza di quanto accaduto con gli iPhone, le revenue generate dal Mac hanno superato le stime degli analisti, raggiungendo i 7,5 miliardi (contro i 6,86 miliardi del consensus). Ma si tratta di un’eccezione sul fronte dell’hardware: risultano sotto le attese anche i ricavi dall’iPad, pari a 5,6 miliardi, contro i 5,91 miliardi del consensus, e degli altri prodotti (7,9 miliardi, contro previsioni per 8,08 miliardi). Infine, i ricavi dai servizi sono stati pari a 23,9 miliardi, contro i 23,27 miliardi del consensus. Il margine lordo è al 46,6%, come da stime.
“Oggi Apple annuncia un fatturato di 90,8 miliardi di dollari per il trimestre conclusosi a marzo, compreso un record assoluto di fatturato nei servizi”, commenta Tim Cook, ceo di Apple. “Durante il trimestre siamo stati entusiasti di lanciare Apple Vision Pro e di mostrare al mondo il potenziale che il calcolo spaziale dischiude. Non vediamo l’ora di annunciare un prodotto entusiasmante la prossima settimana e di partecipare a un’incredibile Worldwide Developers Conference il mese prossimo”.

Via al buyback da 110 miliardi

Il consiglio di amministrazione di Apple ha dichiarato un dividendo in contanti di 0,25 dollari per azione ordinaria della società, con un aumento del 4%. Il dividendo sarà pagato il 16 maggio 2024 agli azionisti registrati alla chiusura delle attività del 13 maggio 2024. Come detto, è stato anche autorizzato un programma aggiuntivo di riacquisto fino a 110 miliardi di dollari di azioni ordinarie della società.

“Grazie agli altissimi livelli di soddisfazione e fedeltà dei clienti, la nostra base installata attiva di dispositivi ha raggiunto un nuovo massimo storico in tutti i prodotti e in tutti i segmenti geografici, e la nostra performance commerciale ha portato a un nuovo record di Eps per il trimestre di marzo”, precisa il cfo Luca Maestri precisa. “Data la nostra fiducia nel futuro di Apple e il valore che vediamo nelle nostre azioni, il nostro consiglio ha autorizzato un ulteriore riacquisto di azioni per 110 miliardi di dollari. Stiamo inoltre aumentando il nostro dividendo trimestrale per il dodicesimo anno consecutivo”.

Articoli correlati

Articolo 1 di 5