le nomine

Cefriel, via al nuovo cda. Fuggetta confermato Ad



Indirizzo copiato

“Saremo punto di riferimento indipendente per l’innovazione del sistema Paese”. Stefano Venturi mantiene la carica di presidente. Ecco tutti i consiglieri

Pubblicato il 20 mag 2024



alfonso-fuggetta-150522102538

Via libera al nuovo consiglio di amministrazione del Cefriel, il centro di innovazione digitale fondato dal Politecnico di Milano. L’assemblea dei soci ha nominato nel board: Alessandra Brambilla, Chief Operating Officer di Microsoft Western Europe, Sergio Matteo Savaresi, Direttore del Deib, Politecnico di Milano, e Pier Paolo Tamma, Senior Vice President & Chief Digital Officer di Pirelli, che si aggiungono ai confermati Antonio Capone, Dean Ingegneria Industriale, Politecnico di Milano, Mirella Cerutti, General Manager SasInstitute Italia, Monica Micaela Coraluppi, Director Chorus Call, Valerio De Molli, ceo The European House Ambrosetti, Alfonso Fuggetta, Professore Ordinario Politecnico di Milano, e Stefano Venturi, già presidente di Cefriel nel triennio 2021-23.

Fuggetta e Venturi confermati ai vertici

A ricoprire il ruolo di presidente è stato riconfermato Stefano Venturi, che sarà affiancato dal vice presidente Sergio Matteo Savaresi. Il nuovo cda ha poi riconfermato come amministratore delegato di Cefriel Alfonso Fuggetta.

“Ringrazio tutti i consiglieri per il lavoro svolto in questi ultimi tre anni in cui Cefriel è cresciuto sia in termini di professionalità assunte a tempo indeterminato sia di fatturato. Abbiamo voluto riconfermare Alfonso Fuggetta come Amministratore Delegato di Cefriel per la sua grande competenza nel settore tecnologico oltre che per la sua comprovata capacità manageriale in ambito innovazione – commenta Venturi – Un particolare ringraziamento è stato espresso ai consiglieri uscenti Giuseppina Di Foggia, attualmente Ad Terna, Paolo Pandozy, consulente di innovazione, e Stefano Tubaro, professore ordinario al Politecnico di Milano.

Cefriel società benefit

Cefriel – fondato nel lontano 1988 da università, imprese e amministrazioni locali per promuovere la collaborazione e la condivisione di conoscenze tra mondo della ricerca, tessuto economico e società – conta attualmente oltre 150 persone che lavorano nell’ambito dell’innovazione digitale e vanta un fatturato superiore ai 16 milioni di euro, di cui ben 11 riferibili a progetti di innovazione realizzati a favore di medio e grandi imprese italiane ed estere e pubbliche amministrazioni.

Nel corso del 2023, il centro si è certificato per la parità di genere ed è diventata società benefit, confermando il suo impegno a perseguire, attraverso l’innovazione e le tecnologie digitali, finalità di beneficio comune e a operare in modo responsabile, inclusivo, sostenibile e trasparente.

Fuggetta: “Saremo punto di riferimento indipendente”

“Guardando al futuro – sottolinea l’Ad Alfonso Fuggetta – possiamo dire che Cefriel sarà sempre più un punto di riferimento indipendente, in grado di accompagnare le organizzazioni nel loro percorso di innovazione, mettendo a disposizione il proprio know how in settori chiave come l’intelligenza artificiale e lo sviluppo di progetti di innovazione digitale, mantenendo il focus su Industrial Design che, nel 2022, ha visto riconoscere la qualità del proprio lavoro con il prestigioso Compasso d’Oro consegnato a Cefriel e Delcon per la bilancia smart per la donazione del sangue”.

Articoli correlati

Articolo 1 di 5