Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

LA PARTNERSHIP

Clienti affidabili? Tecnocasa fa lo screening grazie ai big data

Alleanza tra la società immobiliare, Whuis.com e Cerved: si potranno visualizzare i dati camerali e catastali per valutarne i “profili”. Già vagliati 25mila utenti. Alessandro Caglieris: “Pronti a esportare il modello anche all’estero”

10 Gen 2019

A. S.

Misurare l’attendibilità e l’affidabilità delle persone e delle aziende che si rivolgono ai servizi immobiliari di Tecnocasa, evitando così grazie al digitale sorprese spiacevoli in modo innovativo, sicuro e veloce. E’ l’obiettivo della partnership siglata tra Tecnocasa, franchising immobiliare che conta su oltre 3mila agenzie affiliate in Itala e all’estero, il portare Whuis.com e Cerved.

Grazie al portale Whuis e ai dati Cerved, spiega Tecnocasa in una nota,  è possibile visualizzare con una semplice ricerca i dati camerali e catastali, le eventuali negatività e altre informazioni utili per verificare l’affidabilità di persone e società. L’analisi raggruppa diverse informazioni tra cui i dettagli delle proprietà possedute con la relativa valutazione economica, le cariche e le partecipazioni a società (attive e recesse), i dettagli di protesti, pregiudizievoli, pignoramenti della persona e delle società collegate. Tutti dati che risultano fondamentali per l’agenzia di intermediazione immobiliare, che si trova continuamente a valutare affittuari, preparare proposte di acquisto e trattative commerciali, eseguire analisi veloci e sicure al fine di acquisire nuovi mandati. Il nuovo modello è stato già sperimentato, nelle prime settimane dell’accordo di collaborazione, per valutare i profili di più di 15mila clienti.

“Il pacchetto pubblicitario del Gruppo Tecnocasa – afferma Alessandro Caglieris, consigliere delegato di Tecnomedia Srl – ha come principale obiettivo quello di generare valore alle agenzie affiliate, valore che riusciamo a generare grazie a una strategia che risponde alle più recenti evoluzioni della omnicanalità ma anche grazie a strumenti come Whuis.com, che ci permettono di essere un gruppo sempre attento e pronto a cogliere le trasformazioni digitali. Oggi il servizio Whuis.com è parte integrante del pacchetto pubblicitario per le sole agenzie italiane, un obiettivo ambizioso potrebbe essere rendere disponibile il servizio anche alle agenzie degli altri stati dove siamo presenti. Siamo molto contenti di questa nuova alleanza – conclude Caglieris – Con Whuis.com abbiamo trovato una realtà giovane, dinamica, molto propensa all’innovazione in linea con le nostre strategie e in linea con tutti i nostri partner, questa cosa ci ha permesso di lavorare in perfetta sintonia creando tra i rispettivi team di lavoro un rapporto di fiducia”.

“Mi ha sempre affascinato la possibilità di avere a disposizione uno strumento sicuro per effettuare l’analisi dell’affidabilità di una persona che abbiamo di fronte o dall’altra parte del computer – aggiunge Daniele Mancini, fondatore di Whuis.com – Durante la mia precedente esperienza come AD di uno dei principali portali immobiliari ho capito come la velocità e l’efficienza di un motore di ricerca facessero la differenza. Con Whuis abbiamo applicato lo stesso concetto alla ricerca delle persone e dei dati utili alla loro valutazione”.

“In un’economia sempre più data driven, la sfida per le aziende è saper trasformare l’enorme mole di dati in informazioni di valore – conclude Valerio Momoni, direttore marketing, product and business development di CervedCerved ha in questa partita un ruolo fondamentale, perché mette a disposizione dei propri partner la benzina per far correre innovatori come Whuis e Tecnocasa. Nel campo immobiliare, un mondo sempre più competitivo e in evoluzione, le informazioni e gli algoritmi di Cerved, danno una visione unica che rende possibili consulenze a maggior valore per il cliente finale”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Link

Articolo 1 di 2