Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

DATA CENTER

Sbarca in Europa la startup calabrese Eco4Cloud

L’azienda specializzata nell’efficientamento energetico dei datacenter entra nell’advisory board del progetto Ue RenewIT. L’Ad Mircoli: “Orgogliosi di contribuire al miglioramento dell’ecosistema”

27 Nov 2014

Antonio Dini

Eco4Cloud, la startup italiana per l’ottimizzazione dei carichi di lavoro nei datacenter annuncia di essere stata coinvolta nell’Advisory Board di RenewIT, il progetto della Commissione europa finalizzato alle energie rinnovabili e all’efficienza energetica nei datacenter.

L’Advisory board include esperti del settore industriale dei centri di calcolo, e membri della comunità scientifica. Tra gli altri: Schneider Electric, lo US National Renewable Energy Laboratory e la Università di Leeds.

RenewIT contribuisce alla creazione e utilizzo di nuove metriche, sistemi di gestione dei datacenter e allo studio delle conseguenze che possono avere nuove politiche più ampie per l’utilizzo delle energie rinnovabili nei datacenter. Eco4Cloud, assieme agli altri membri dell’Advisory board di RenewIT fornirà un feedback sugli sviluppi tecnologici e agirà anche da ambasciatore per il progetto, giocando un ruolo critico nel garantire che RenewIT abbia un approccio di alto livello nel settore industriale dei datacenter sia dal punto di vista della ricerca che delle aziende e degli utenti finali di queste tecnologie (come ad esempio gli operatori di datacenter) migliorando costantemente il livello del settore.

«La nostra nomina – dice Roberto Mircoli, amministratore delegato di Eco4Cloud – a membri dell’Advisory board di RenewIT è sia un onore che una responsabilità e anche un riconoscimento della capacità di leadership che Eco4Cloud ha ottenuto nel settore dell’ottimizzazione dei datacenter. L’innovazione scientifica applicata ai bisogni più urgenti del settore è la base da cui partono sia Eco4Cloud che RenewIT. Per questo sono convinto che questa collaborazione strategica sarà in grado di portare benefici all’intero ecosistema dei datacenter in Europa e nel resto del mondo».

Eco4Cloud è uno spinoff del CNR e dell’Università della Calabria, nato nel 2012, che ha realizzato un software per ottimizzare i carichi di macchine virtuali nei datacenter: consolidando le attività in meno server secondo l’azienda è possibile ridurre del 20-50% il consumo energetico di un datacenter o aumentarne la capacità senza bisogno di installare nuovi server fisici. La richiesta di partecipare all’Advisory board di RenewIT rappresenta un importante risultato per la piccola azienda con sede a Rende, in Calabria.

«Anche se è stato appena creato – dice il professor Jaume Salom, IREC e coordinatore di progetto per RenewIT – l’Advisory board di RenewIT sta già dando una buona prova di se stesso creando legami molto stretti con il settore industriale e con le università e gli altri centri di ricerca. Molti membri del board sono proprietari oppure operano datacenter, oppure forniscono software, tecnologia o servizi per i datacenter. Vogliamo essere sicuri – conclude Salom – che il progetto produca ricerca innovativa ma anche che sia di reale valore per il settore dei datacenter».

Argomenti trattati

Approfondimenti

E
Eco4Cloud
S
Schneider Electric

Articolo 1 di 5