Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

CLOUD

Con le Google Apps si risparmia fino all’85% di energia

Secondo BigG la migrazione al sistema basato sul cloud consente un forte abbattimento dei consumi. Negli Usa la Gsa ha ridotto la bolletta dei server del 90%

19 Giu 2012

Giampiero Rossi

Google Apps fonte di enormi risparmi energetici ed economici. Secondo i dati rilasciati da BigG un’organizzazione può ottenere un risparmio energetico di circa il 65-85% migrando al sistema basato sul cloud e composto da documenti, fogli di calcolo, e-mail e altre applicazioni

La Usa General Services Administration (Gsa) che ha recentemente portato i suoi 17mila utenti su Google Apps: la Gsa ha ridotto di circa il 90% il consumo energetico dei server e dell’85% le emissioni di carbonio, il che significa che risparmierà circa 285.000 dollari solo di costi energetici: una riduzione del 93%. I vantaggi, nel dettaglio, dipendono dalla quantità di energia utilizzata dai server per il loro raffreddamento.

Secondo uno studio del Carbon Disclosure Project migrando alla cloud le aziende americane ed europee con oltre 1 miliardo di dollari di ricavi potrebbero ottenere notevoli riduzioni dei costi energetici e delle emissioni di carbonio entro il 2020. Nel dettaglio le aziende americane potrebbero risparmiare 12,3 miliardi di dollari e fino a 85,7 milioni di tonnellate di CO2

Le aziende del Regno Unito potrebbero invece risparmiare 1,2 miliardi di sterline e più di 9,2 milioni di tonnellate di CO2 mentre le società francesi potrebbero risparmiare circa 700 milioni di euro e 1,2 milioni di tonnellate di CO2.


Argomenti trattati

Approfondimenti

C
Cloud
E
efficienza energetica
G
google apps