IL RANKING

Cybersecurity, gli 8 “campioni” di mercato secondo Canalys

La classifica delle aziende che hanno aumentato il proprio peso nell’ambito delle partnership e che hanno dimostrato miglioramento nella gestione del canale, nella strategia e nell’execution nel corso degli ultimi 12 mesi, nonché un impegno ad apportare miglioramenti futuri

Pubblicato il 12 Gen 2023

Screenshot 2023-01-12 alle 12.30.19

Automazione dei processi, accelerazione verso modelli a consumo, aumento della redditività dei partner e delle vendite di nuove tecnologie attraverso sconti e incentivi mirati. Sono alcune delle voci che contribuiscono a perfezionare le performance dei fornitori di sicurezza informatica secondo Canalys che pubblica la classifica dei primi 8 leader di canale del settore degli ultimi 12 mesi.

Ecco chi sono i primi 8 “campioni”

Su 19 fornitori di sicurezza informatica presi in esame i primi 8 classificati risultano Check Point, Eset, Fortinet, Juniper Networks, Palo Alto Networks, Sophos, Trend Micro e, da quest’anno, anche WatchGuard.

WHITEPAPER
Le strategie che fanno bene al business e alla cyber security
Sicurezza
Cybersecurity

Si tratta di fornitori che hanno ottenuto punteggi elevati nel “Candefero Vendor Benchmark” – una community del canale IT – e hanno mostrato continui miglioramenti nella gestione del canale, nella strategia e nell’execution negli ultimi 12 mesi, nonché un impegno a migliorare in futuro.

I punti di forza dei primi classificati

Sono 8 le iniziative di maggior successo intraprese dai “campioni” di quest’anno: il miglioramento dell’esperienza del programma partner, dalla registrazione al progresso verso livelli superiori; l’automazione dei processi per migliorare l’agilità e la facilità per i partner di fare affari; la semplificazione dello sviluppo dei managed services dei partner con più opzioni Soc per migliorare le capacità di rilevamento e risposta; l’aumento della redditività dei partner e le vendite di nuove tecnologie attraverso sconti e incentivi mirati; l’accelerazione della transizione verso abbonamenti e modelli a consumo; l’aumento delle opportunità di cross-sell e upsell attraverso migliori analisi e collaborazione con i partner; lo sviluppo di nuove rotte per l’affermazione sul mercato e il miglioramento delle transazioni attraverso più cloud marketplace; la promozione di competenze e capacità di cybersecurity dei partner attraverso specializzazioni e accrediti, compresi i servizi professionali.

Più collaborazione partner-clienti

Gli attuali elevati livelli di minaccia, la maggiore esposizione alle vulnerabilità e il cronico sottoinvestimento hanno creato un ambiente complesso e sfidante. Ma questo, si legge nel report, “ha anche contribuito a creare le condizioni affinché i partner cominciassero a lavorare più a stretto contatto con i clienti.

“Chi adotta un approccio di vendita guidato da consulenti – scrive Canalys -, dimostrando competenza su prodotti e servizi per affrontare le minacce più recenti e spingendosi oltre la prevenzione fino al rilevamento e alla risposta hanno dimostrato di possedere più credenziali per per avere successo. I fornitori che ottimizzano i programmi per i partner consentendo loro di specializzarsi saranno avvantaggiati in un settore frammentato e altamente competitivo”.

Uno scenario in continua evoluzione

Il panorama delle minacce in evoluzione significa che i fornitori di sicurezza informatica non possono stare fermi. In effetti, si legge nel report, l’attuale boom dei ransomware è tutt’altro che finito. “Il continuo investimento in prodotti e servizi, così come i programmi per coinvolgere e abilitare i partner, è più importante che mai solo per stare al passo con gli attori delle minacce”. E ciò richiederà relazioni più strette tra i fornitori e i loro partner.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Argomenti trattati

Aziende

C
Canalys

Approfondimenti

M
malware

Articolo 1 di 5