Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

FORMAZIONE

Digital skill, riparte “Crescere in digitale”. Focus su Industria 4.0 e AI

Al via da oggi la nuova edizione del progetto rivolto ai giovani in cerca di occupazione, promosso dal ministero del Lavoro e attuato da Anpal in partnership con Unioncamere e Google. Il vice-premier Luigi Di Maio: “Opportunità per conquistare una preparazione che guarda al futuro”

30 Nov 2018

Diffusione delle digital skill, torna Crescere in Digitale. Il progetto, rivolto ai giovani in cerca di occupazione, è promosso, all’interno di Garanzia Giovani, dal ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, è attuato da Anpal in partnership con Unioncamere e Google. Il nuovo corso del progetto renderà disponibili 5mila tirocini entro i prossimi tre anni basati su un programma arricchito di nuovi contenuti formativi, per portare l’attenzione su Industria 4.0, sicurezza online, intelligenza artificiale e cloud.

“Come Governo siamo impegnati a formare le nuove professioni – ha detto oggi il vice presidente del Consiglio  e ministro Mise e del Lavoro Luigi Di Mario nel corso di Job&Orienta 2018 -. Soprattutto quelle che nasceranno dall’Internet of Things e dalla digitalizzazione di processi e attività. In Legge di Bilancio abbiamo inserito un contributo a fondo perduto sotto forma di voucher per l’acquisizione di competenze professionali di supporto alle piccole e medie imprese che intendono investire in innovazione e tecnologie digitali. A tal fine abbiamo stanziato 25 milioni di euro all’anno per  tre anni. Crescere in Digitale va proprio in questa direzione ed  è un’opportunità per i nostri giovani di approcciarsi al mondo del lavoro con una preparazione che guarda al futuro. I giovani di Crescere in Digitale sono i pionieri del nuovo mercato del lavoro”.

“Applicata al mondo del lavoro, la preparazione delle nuove generazioni sugli strumenti digitali rappresenta un fattore differenziante e un valore per le aziende che oggi vogliono restare competitive – ha detto Fabio Vaccarono, Managing Director di Google Italia -. Queste aziende e i loro imprenditori, a loro volta, possono trasmettere l’esperienza di un mestiere, e trarre beneficio dal potenziale di Internet per far crescere la propria attività. Crescere in Digitale ha questo obiettivo: creare un ponte di competenze tra le due generazioni”.

“Le Camere di commercio sono impegnate ad aiutare le imprese, soprattutto quelle piccole e medie, nella digital transformation – ha detto Giuseppe Tripoli, Segretario generale di Unioncamere – attraverso diversi progetti fra i quali Crescere in digitale è uno dei più rilevanti”.

Dal suo lancio nell’autunno del 2015, 112mila giovani in cerca di occupazione si sono iscritti al percorso formativo di Crescere in Digitale e 8.100 imprese hanno partecipato, con 3.100 tirocini retribuiti in azienda già attivati sul territorio nazionale.

La piattaforma www.crescereindigitale.it, realizzata da Google, consiste in 50 ore di formazione gratuita online con un esame finale, a cui seguono laboratori di gruppo e colloqui di matching con le imprese, realizzati dalle Camere di commercio. I corsi toccano i principali temi legati all’uso del digitale in azienda: costruzione di un sito web e mobile, utilizzo delle mappe digitali, social network e pubblicità online.

Per la nuova edizione, Google ha aggiornato il percorso formativo arricchendolo con nuovi moduli, per far fronte ai cambiamenti della tecnologia e farlo essere sempre più utile alle imprese: attenzione ai temi di Industria 4.0 e sicurezza online, con un’introduzione ad argomenti innovativi come l’intelligenza artificiale e il cloud. Per andare incontro alle esigenze specifiche di ciascuna azienda, inoltre, è previsto un modulo che permetterà di valutare la propria efficacia online e le opportunità di crescita caso per caso.

Alla fine del percorso formativo, 5mila giovani avranno la possibilità di attivare tirocini formativi della durata di sei mesi, rimborsati 500 euro al mese interamente da Garanzia Giovani.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

C
Crescere in digitale
D
Di Maio
G
google

Articolo 1 di 5