Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

LA TRIMESTRALE

Zalando da record: clienti a quota 25 milioni

Il 6% della popolazione europea compra sulla piattaforma. Nel terzo trimestre ricavi a 1,20 miliardi di euro (+11,7%). Soffrono i margini a causa “del mancato contributo dei profitti e dell’aumento dei costi della logistica”. Outlook positivo per il periodo ottobre-dicembre

06 Nov 2018

Ricavi al rialzo per Zalando che per il quarto trimestre 2018 prevede una crescita del fatturato del 20-25% dopo un terzo trimestre che l’azienda stessa definisce “sfidante”: i ricavi sono saliti dell’11,7% a 1,20 miliardi di euro, l’Ebit rettificato è stato di -38,9 milioni di euro, corrispondente a un margine del -3,2%.

“Zalando ha continuato a fare progressi con l’esecuzione della sua strategia di piattaforma, registrando buoni risultati sia in termini di brand che di clienti – si legge in una nota – Il Partner Program ha continuato a crescere al di sopra delle aspettative, con strumenti che hanno dimezzato i tempi di inserimento di nuovi articoli, e ne hanno determinato una crescita di oltre il 60% nel terzo trimestre, grazie anche all’ingresso di nuovi partner e all’internazionalizzazione dei partner esistenti in altri mercati”.

In termini di clienti, i principali indicatori chiave di performance continuano a crescere: con 25,1 milioni, la compagnia ha raggiunto un nuovo record di clienti attivi, il 6% della popolazione europea. L’elevata frequenza di ordini, la più alta registrata fino ad ora, ha comportato una crescita degli ordini del 22,8% a 27,7 milioni.

“È evidente che non siamo soddisfatti dei risultati finanziari del terzo trimestre – commenta Rubin Ritter, co-ceo di Zalando – Vogliamo costruire l’ecosistema della moda europea a pieno ritmo e il nostro obiettivo per il 2020 è quello di raddoppiare il business a 10 miliardi di euro in Gross Merchandise Volume (GMV). Per il quarto trimestre, l’obiettivo principale del team è chiudere l’anno con forti risultati”.

Nel terzo trimestre, Zalando ha incrementato i ricavi dell’11,7% a 1,20 miliardi di euro, mentre il Gross Merchandise Volume è cresciuto del 16,6%. Il forte sviluppo del Partner Program si riflette nei ricavi solo con una commissione, ma è chiaramente visibile nel GMV. La crescita inferiore alle previsioni è dovuta principalmente al periodo estivo prolungato e insolitamente caldo, con una riduzione della domanda e un ritardo nel passaggio alla stagione autunno/inverno.

Nel terzo trimestre si è registrato un Ebit rettificato pari a -38,9 milioni di euro e un margine del -3.2%. “La diminuzione del margine è stata determinata da una crescita più lenta dei ricavi e dal mancato contributo dei profitti, da una diminuzione del margine lordo e da costi di logistica più elevati”, spiega l’azienda.

Il margine lordo è diminuito principalmente “a causa della lentezza dell’inizio della stagione e dei maggiori costi dovuti all’inefficiente ricondizionamento dei resi, causato da criticità operative che nel frattempo sono stati identificate e risolte”. I costi della logistica sono aumentati a causa degli elevati investimenti nell’infrastruttura, dell’ulteriore diminuzione del carrello medio e dell’aumento dei costi di trasporto.

Per l’intero anno, Zalando continua a prevedere una crescita del fatturato nella fascia più bassa del corridoio del 20-25% e un Ebit rettificato di 150-190 milioni di euro. Il Capex si manterrà su livelli elevati grazie ai continui investimenti in logistica e tecnologia. Zalando prevede un costo di circa 300 milioni di euro nel 2018, leggermente inferiore a quanto inizialmente previsto (circa 350 milioni di euro), poiché l’azienda sta ottimizzando ulteriormente la sua impronta logistica e i progetti saranno distribuiti su un periodo di tempo più lungo.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

Z
Zalando