Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

IL CASO

Fastweb, morto il presidente Schloter. E’ giallo

Secondo la polizia si tratta di suicidio. Il cadavere trovato stamani nell’abitazione di Friburgo. Il suo ruolo sarà preso ad interim da Urs Schaeppi

23 Lug 2013

Carsten Schloter, Ceo di Swisscom e presidente Fastweb è stato trovato morto nella sua casa di Friburgo stamani. Lo ha annunciato Swisscom in una nota. Secondo la polizia si tratta di suicidio: è in corso un’indagine sulle circostanze della morte. Per rispetto nei confronti della famiglia, non vengono rivelati ulteriori dettagli.

“I dirigenti e tutti i dipendenti sono profondamente addolorati e esprimono le loro condoglianze ai familiari” ha comunicato Hansueli Loosli, presidente del Consiglio di amministrazione Swisscom. Il ruolo del Ceo sarà occupato temporaneamente dal responsabile del gruppo per la Svizzera Urs Schaeppi.

49 anni, cittadinanza tedesca, Schloter era entrato in Swisscom nel 2000 dapprima alla guida di Swisscom Mobile. Nel 2006 è stato nominato Ceo di Swisscom.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link