Innovazione per le Pmi, nasce la "Foundation Open Factory" - CorCom

L'INIZIATIVA

Innovazione per le Pmi, nasce la “Foundation Open Factory”

A lanciare il progetto è Consorzio Elis: si parte da una dotazione di 120mila euro per le piccole e medie imprese del Triveneto e delle province di Mantova e Ancona. Obiettivo: mettere le aziende in contatto con le startup più promettenti del panorama nazionale

18 Dic 2020

A. S.

Un percorso sperimentale di Open Innovation rivolto alle Piccole e Medie Imprese (Pmi) del Triveneto e delle province di Mantova e Ancona: è il progetto Foundation Open Factory, lanciato da Consorzio Elis insieme a Fondazione Caritro, Fondazione Cariparo e Fondazione Cariverona con uno stanziamento iniziale 120mila euro.  Obiettivo dell’iniziativa è da una parte promuovere la cultura dell’innovazione nelle PMI, identificando le loro esigenze, e dall’altra metterle in contatto con le startup più innovative a livello nazionale in grado di offrire loro soluzioni, strumenti e competenze per implementare l’innovazione.

Tre le fasi previste dal progetto, che prenderà il via da gennaio 2021: nella prima saranno organizzati webinar e momenti formativi utili a mappare i bisogni delle aziende, nella seconda – attraverso una piattaforma dedicata – le startup presenteranno possibili soluzioni alle esigenze di innovazione emerse, e il team di lavoro valuterà le migliori proposte e le presenterà alle PMI interessate. Nella terza fase pooi per i progetti che le PMI decideranno di sviluppare grazie alle startup coinvolte, verrà costituito un team di facilitazione e supporto composto da esperti di settore, ricercatori, project manager per arrivare a sperimentazioni reali.

Il progetto, si legge in una nota, coinvolgerà nel team anche giovani talenti dei territori di riferimento, che, per prepararsi al lavoro sul campo, avranno l’opportunità di partecipare a un Innovation Bootcamp organizzato dal Consorzio Elis.

“Il percorso di innovazione Foundation Open Factory ambisce a raccogliere il supporto e la collaborazione più ampia possibile di enti del territorio specializzati nella ricerca scientifica, nel trasferimento tecnologico, nei servizi per le imprese, nonché enti interessati nell’investimento di capitali e fondi per supportare i progetti di co-innovazione – prosegue il comunicato – e offrire l’opportunità alle Pmi e alle Startup più meritevoli di crescere”.

WEBINAR
360On TV al centro della notizia. Nuovo Governo, la sfida: ricostruire l’economia italiana

“Una indiscussa priorità per lo sviluppo del nostro Paese e dei nostri territori è una forte innovazione dei processi produttivi – evidenzia Alessandro Mazzucco Presidente di Fondazione Cariverona –  e dunque le nostre linee operative prevedono l’impegno, oltre che al trasferimento dei risultati della ricerca dall’università al mondo produttivo, anche nella promozione, in partnership con altri soggetti, delle iniziative  rivolte all’open innovation, con il coinvolgimento di start up ed imprese, tessendo reti con le altre fondazioni di origine bancaria e con realtà come Elis capaci di far crescere innovatori e di diffondere l’innovazione.”

“Per generare innovazione e sviluppo è fondamentale investire nel dialogo tra il mondo della ricerca e le aziende locali, con lo scopo di stimolare sinergie e accrescere le competenze del territorio, generando innovazione e sviluppo – aggiunge Gilberto Muraro, presidente di Fondazione Cariparo – E questo progetto, insieme alle altre fondazioni partner, ci consente di offrire un contributo che può avere esiti importanti”.

“Nel mese di marzo l’avvento della pandemia di covid-19 ha aggravato le problematiche del tessuto economico italiano, accentuando il gap già esistente di un sistema poco innovativo dove le startup faticano a crescere, le PMI non hanno la forza e la cultura dell’innovazione e i giovani talenti faticano a inserirsi – sottolinea Mauro Bondi, presidente di Fondazione Caritro – Foundation Open Factory può e deve agevolare un cambiamento sovra territoriale nell’adozione sia di processi culturali interni sia di azioni concrete coinvolgendo tutti gli attori del sistema, soprattutto i giovani”.

“Elis è una realtà che da oltre 50 anni si impegna per formare persone al lavoro – conclude Pietro Cum, amministratore delegato di Elis – Oggi diamo inizio a questa nuova collaborazione con l’intento di supportare le Fondazioni e i relativi territori nella crescita culturale e fattiva dell’ecosistema dell’innovazione valorizzando le competenze degli stakeholder locali e mettendo a fattor comune l’esperienza e la collaborazione delle grandi Aziende al fine di creare impatto sul business e sulla società.”

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3