Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Nasce C-Card, l’innovazione nel settore bancario

09 Feb 2010

Cedacri S.p.A., società attiva nei servizi informatici per il
settore bancario e le istituzioni finanziarie, annuncia la nascita
di C-Card, società al 100% di proprietà di Cedacri, e nuovo punto
di riferimento nel mercato delle carte di pagamento.

Giuseppe Zadra, già Direttore Generale dell’Abi, è il
Presidente della neonata società, mentre Fabio De Ferrari, attuale
Direttore Generale di Cedacri, ne è l’Amministratore Delegato,
Nazareno Gregori Consigliere e Paolo Vivaldi Direttore
Operativo.

“Il mercato delle carte di credito e dei sistemi di pagamento
elettronici, in Italia, ha ampi margini di crescita. Lo testimonia
il livello di utilizzo delle carte che è ben lontano da quello
degli altri Paesi, soprattutto anglosassoni – dichiara Fabio De
Ferrari – Se in Italia i grandi gruppi scelgono di internalizzare
le attività collegate a questo business, le banche piccole e medie
non hanno le dimensioni per sostenere i costi necessari ad operare
in modo indipendente e preferiscono così ricorrere
all’esternalizzazione. E’ pensando a queste realtà e alle loro
particolari esigenze che è nata C-Card”

L’offerta di C-Card intende dunque rivolgersi sia agli istituti
bancari già clienti di Cedacri per i servizi di full outsourcing
del sistema informativo, sia a tutte quelle banche che desiderano
differenziarsi e competere maggiormente nell’offerta di carte di
credito e conseguire contemporaneamente efficienze di costo. Altro
settore cui è destinata la proposta di C-Card è rappresentato
dalle realtà extrabancarie intenzionate a utilizzare le
opportunità offerte dalla nuova regolamentazione (Psd) per fornire
servizi di monetica (ad esempio Gdo e Affinity Group), senza
investire pesantemente su strutture interne.

Innovazione e time to market posizioneranno C-Card come un player
altamente competitivo sul mercato. La società offrirà i servizi
base della produzione e gestione carte, attraverso naturalmente
l’intermediazione della banca, così come della gestione
contabile e dei titolari. A questi saranno aggiunti i servizi di
gestione operativa delle dispute, di investigazione frodi e di call
center, che sono estremamente importanti, in quanto è su di essi
che un issuer può veramente differenziarsi rispetto al
mercato.

Per raggiungere queste finalità, C-Card ha scelto di dotarsi della
piattaforma tecnologica di ultima generazione Ts Prime, già
adottata da alcune tra le maggiori banche a livello mondiale,
disponibile grazie alla partnership con Tsys, gruppo quotato alla
borsa di New York leader nell'outsourcing dei servizi di
pagamento che vanta oltre 300 clienti in 75 paesi, consentendo a
344,8 milioni di persone in ogni parte del mondo di effettuare
transazioni finanziarie.

“Ho accettato con piacere di presiedere la nuova società –
dichiara Giuseppe Zadra – Sono certo che la competenza e la più
che trentennale conoscenza del settore bancario di una realtà
solida come Cedacri consentiranno a C-Card di giocare un ruolo da
protagonista in questo segmento di mercato, ad oggi estremamente
limitato come offerta, con una proposta di servizi centrata sulla
innovazione e sulla capacità di dare una reale arma competitiva
alle banche, ma non solo”.