Rifiuti urbani, scende in campo Nokia: raccolta e smaltimento con l'intelligenza artificiale - CorCom

SMART CITY

Rifiuti urbani, scende in campo Nokia: raccolta e smaltimento con l’intelligenza artificiale

Via a un progetto sperimentale a Melbourne, in Australia. Si punta a rendere più efficienti le attività e a velocizzare la pulizia delle strade ma anche a mettere a punto un modello predittivo sulla base del comportamento dei cittadini

12 Ago 2021

Domenico Aliperto

Nokia e la città di Melbourne hanno condotto una sperimentazione utilizzando la tecnologia di intelligenza artificiale della soluzione Nokia Scene Analytics per sviluppare una comprensione più profonda del comportamento di smaltimento dei rifiuti. Ciò consentirà – si legge in una nota della società – di affrontare in modo più efficiente la gestione della nettezza urbana e di mantenere le aree pedonali ancora più pulite, sicure e prive di rifiuti.

Come funziona la sperimentazione

Per ridurre la frequenza delle visite degli appaltatori dei rifiuti alle aree trafficate, la città di Melbourne ha offerto ai residenti e alle imprese locali l’accesso su abbonamento alle strutture di compattazione di grande capacità. Con il compattatore in posizione, il comune ha quindi voluto capire come veniva utilizzato il servizio e come mitigare lo scarico illegale di rifiuti, che può creare rapidamente problemi di sicurezza e igiene nell’area.

WHITEPAPER
Product Lifecycle Management: cos’è, come funziona e come deve evolvere
Logistica/Trasporti
Manifatturiero/Produzione

Nell’ambito della sua iniziativa “banco di prova della tecnologia emergente“, la città di Melbourne ha collaborato con Nokia per sfruttare una rete esistente di telecamere installate come sensori Internet of Things (IoT) per monitorare uno dei compattatori. La soluzione Nokia Scene Analytics ha utilizzato un algoritmo basato sull’intelligenza artificiale per filtrare e raccogliere i dati dalle telecamere, combinando anche altre fonti di dati, come quelli operativi forniti dal compattatore stesso, per creare avvisi in tempo reale e produrre report. I risultati della sperimentazione iniziale dimostrano che Scene Analytics può supportare gli obiettivi della città per esperienze migliori e più sicure per i cittadini, riducendo contemporaneamente i costi di manutenzione e i tempi di fermo per i servizi di gestione dei rifiuti.

Più nello specifico, la sperimentazione ha consentito il monitoraggio e il rilevamento in tempo reale dell’attività nelle vicinanze del compattatore utilizzando un tripwire virtuale. Il rilevamento e il conteggio degli oggetti sono stati utilizzati per identificare e contare i rifiuti per mostrare come il compattatore è stato rallentato da oggetti posizionati in modo errato al suo interno, identificando anche elemento potenzialmente pericolosi. Il rilevamento di anomalie ha identificato movimenti insoliti, come lo scarico illegale di rifiuti durante la notte, mentre la sfocatura del viso e della targa ha mantenuto la privacy individuale durante il processo. Utilizzando questi rapporti, la città di Melbourne può comprendere meglio la correlazione tra le attività illegali di scarico dei rifiuti e i tempi di fermo dei compattatori, per tenere meglio informati i team di manutenzione e ridurre al minimo i problemi. Consente inoltre loro di affrontare rapidamente le attività di smaltimento dei rifiuti prima che diventino un pericolo, visualizzando le posizioni in tempo reale per osservare eventuali ostacoli all’accesso dei veicoli di servizio e adattando il loro programma per ridurre le visite non necessarie e ridurre al minimo l’impronta di carbonio. Comprendendo i modelli di utilizzo dei compattatori e le attività di scarico dei rifiuti, la città di Melbourne è anche in grado di pattugliare l’area in modo più efficace, sviluppando una campagna in corso per informare ed educare meglio la comunità.

Un nuovo paradigma riconosciuto a livello nazionale

Questo approccio innovativo nell’utilizzo di Scene Analytics è stato riconosciuto a livello nazionale: la partnership tra Nokia e la città di Melbourne è stata selezionata per i premi Acomms della Communications Alliance nella categoria Intelligenza artificiale.

“Si tratta di un ottimo esempio di utilizzo di nuove tecnologie per aiutare a rimuovere più rapidamente i rifiuti illegali, rendere la nostra città più pulita e proteggere l’ambiente”, dichiara il sindaco della città di Melbourne Sally Capp. “La nostra partnership con Nokia è un altro modo in cui raccogliamo dati per rendere Melbourne una città più sicura, intelligente e sostenibile. Questo progetto innovativo aiuterà a evitare i pericoli e a rendere le nostre strade ancora più pulite, consentendo ai nostri servizi di smaltimento rifiuti di comprendere meglio le tendenze comportamentali legate allo scarico illegale e pericoloso di rifiuti”.

Rob Mccabe, Head of Enterprise of Australia and New Zealand di Nokia, aggiunge: “La città di Melbourne utilizza una solida tecnologia AI per offrire ai suoi cittadini, visitatori e aziende una comunità più verde e più vivibile. Nell’aiutare la città di Melbourne a monitorare e migliorare i servizi con azioni guidate in tempo reale, Nokia Scene Analytics supporta la sicurezza, la protezione e la continuità operativa di questa città in modo proattivo e automatizzato”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5