LE MISURE

Startup e Pmi innovative, il Mise stanzia 2,5 miliardi

Il “pacchetto” viene attivato in collaborazione con Cdp Venture Capital. Obiettivo: favorire la crescita di un ecosistema di innovazione e accompagnare i processi di transizione ecologica e digitale. Il ministro Giorgetti: “Sinergia per dare un segnale concreto alle nostre imprese”

28 Gen 2022

Un pacchetto di misure per sostenere e rafforzare con oltre 2,5 miliardi di euro gli investimenti in startup e Pmi innovative, al fine di favorire la crescita di un ecosistema di innovazione e accompagnare i processi di transizione ecologica e digitale. A mettere in campo l’iniziativa è il ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti: il Mise ha assegnato le risorse a Cdp Venture Capital Sgr, controllata al 70% dal Gruppo Cassa Depositi e Prestiti (Cdp), che ha il compito di attirare nuovi investitori, nazionali ed internazionali, e far crescere il mercato del venture capital in Italia.

Cdp Venture Capital avrà quindi a disposizione i 2 miliardi di euro stanziati dal Ministero in attuazione al decreto infrastrutture – si legge in una nota del Mise – a cui si aggiungeranno 550 milioni di risorse previste dal Piano nazionale di Ripresa e Resilienza (Pnrr). Altri 600 milioni saranno stanziati da parte di Cdp e investitori terzi.

In particolare, prosegue il comunicato, le nuove risorse verranno utilizzate a sostegno degli operatori del venture capital, anche attraverso il potenziamento dell’attività di investimenti indiretti in fondi, per la promozione di iniziative a favore dei processi di transizione ecologica e digitale delle Pmi italiane e delle filiere chiave, per la creazione di nuovi strumenti di equity e debito per le startup in fase avanzata di sviluppo, e per il rafforzamento del sostegno alle startup nelle fasi iniziali anche attraverso poli di trasferimento tecnologico e programmi di accelerazione. Grazie a questa nuova dotazione Cdp Venture Capital, che finora ha deliberato investimenti per circa 700 milioni in due anni di attività, potrà consolidare la propria posizione di player di punta nel mercato nazionale, stimolando un’ulteriore forte spinta all’intero settore delle startup e Pmi innovative.

“Sono molto soddisfatto per queste iniziative che arrivano dopo un lungo confronto perché sviluppano una sinergia tra Mise e Cdp che può portare a risultati interessanti per lo sviluppo delle startup e delle piccole e medie imprese innovative – afferma il ministro Giancarlo Giorgetti – Vogliamo dare un segnale concreto, importante e immediato per accompagnare le imprese italiane verso la vittoria della sfida con la transizione ecologica che se non è affrontata con lungimiranza ed equilibrio lascerà sul suo percorso morti e feriti in termini di aziende chiuse e persone che restano senza lavoro. Dalla collaborazione già sperimentata con CDP ci aspettiamo risultati importanti per lo sviluppo e la crescita dell’economia italiana”.

“Grazie alla consolidata collaborazione con il Ministero dello Sviluppo economico il settore del venture capital italiano avrà a disposizione significative risorse per sostenere la crescita delle startup e delle PMI innovative, oltre a promuovere le condizioni di mercato favorevoli alla creazione di campioni nazionali del futuro – aggiunge Dario Scannapieco, amministratore delegato di Cdp – Con le nuove risorse a disposizione CDP Venture Capital può rappresentare uno degli attori di riferimento del contesto economico nell’ottica del sostegno all’imprenditorialità e ai progetti strategici”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 2