Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

I DATI IDC

Tablet fuori dall’età dell’oro, il mercato si contrae dell’8,6%

Apple continua a essere il brand che vende di più a livello globale, con 9,7 milioni di unità, ma nel terzo trimestre 2018 le vendite scendono del 6%. Perde terreno anche Samsung mentre Amazon rimane stabile. Spinta verso l’alto per Huawei e crollo per Lenovo

06 Nov 2018

Continua a contrarsi il mercato dei tablet. Nel terzo trimestre del 2018, secondo i dati forniti da IDC, si è registrato un ulteriore calo dell’8,6% nelle vendite globali (che ammontano a 36,4 milioni di unità). La flessione, sottolinea la società di ricerca, coinvolge sia i tablet tradizionali, sia i due-in-uno, ovvero con tastiera removibile. Un segmento, quest’ultimo, che potrebbe però trovare nuovo slancio nell’ultimo trimestre grazie al lancio dei nuovi iPad Pro di Apple e Surface di Microsoft, che si affiancano ai device di Samsung e Google nella stagione clou per gli acquisti.

Tornando però ai dati odierni, tra le aziende produttrici Apple mantiene la leadership, con vendite pari a oltre un quarto del mercato complessivo, trainata specialmente dal modello più economico di iPad: da luglio a settembre le consegne sono scese del 6% a 9,7 milioni di unità. Al secondo posto c’è Samsung, che cede l’11,4% dei volumi riuscendo a distribuire 5,3 milioni di dispositivi.
Al terzo posto c’è Amazon, che tuttavia rimane tutto sommato stabile rispetto alle performance di vendita. Il colosso di Jeff Bezos ha infatti perso solo lo 0,4%, registrando vendite di tablet per 4,4 milioni di unità.

Terza è Amazon, sostanzialmente stabile (-0,4%) a quota 4,4 milioni di tablet messi in commercio. Mentre Huawei, nonostante per volumi sia ancora esclusa dal podio, è stata l’unica azienda che nel terzo trimestre 2018 ha fatto registrare il segno più. Il brand cinese è infatti cresciuto del 7% con i 3,2 milioni di tablet consegnati, in direzione opposta al competitor conterraneo: Lenovo, al quinto posto per volumi, è scesa addirittura 24,5% con 2,3 milioni di pezzi distribuiti a livello globale.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3