Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

LA PARTNERSHIP

Turismo, Google-UnWto: alleanza nel nome delle digital skill

Annunciato l’accordo con l’Organizzazione mondiale del turismo: BigGe fornirà competenze, strumenti e programmi per la digitalizzazione e la crescita di ricavi e posti di lavoro nell’industria del turismo dei paesi Ue. “Più della metà degli introiti è già legata a ricerca e prenotazione online”

07 Mar 2019

Patrizia Licata

giornalista

Google ha annunciato una partnership con l’Organizzazione mondiale del turismo (UnWto, l’agenzia specializzata dell’Onu) il cui obiettivo è formare i ministeri del Turismo di tutta Europa in materia di digital skill e promuovere la conoscenza, l’educazione e la crescita nel settore del turismo.

Google, si legge in una nota per la stampa, darà sostegno ai membri dell’UnWto che oggi devono rispondere ai cambiamenti portati dalla digitalizzazione anche nel settore del turismo e che offrono a questa industria uno strumento fondamentale per uno sviluppo sostenibile del business.

In particolare, le competenze digitali risultano cruciali per la competitività nel turismo, un settore che il digitale sta radicalmente trasformando sia con tecnologie quali la realtà virtuale e aumentata sia con i nuovi modelli di business basati su applicazioni mobili e piattaforme per lo sharing.

“Questo accordo con Google coincide con il focus speciale dell’UnWto su formazione, sviluppo delle competenze e lavoro, filo conduttore di tutte le azioni messe in campo quest’anno”, ha dichiarato il segretario generale dell’UnWto, Zurab Pololikashvili. “Google è membro affiliato dell’UnWto e questa partnership dimostra l’importanza delle collaborazioni pubblico-private per innovare il settore del turismo e renderlo veicolo dello sviluppo sostenibile”.

Lutz Behrendt, Travel Industry Leader di Google, ha sottolineato che “Più della metà degli introiti dell’industria del turismo in Unione europea è oggi legata alle attività di ricerca e prenotazione online“. “Dotando i ministeri del Turismo di competenze, strumenti e programmi di cui hanno bisogno” per le attività commerciali e anche per la sicurezza della presenza e dei dati online, ha proseguito Behrendt, Google spera di “accrescere le opportunità di generazione di revenue e posti di lavoro nel settore”. Google ha già gestito un programma simile rivolto all’industria del turismo in Grecia e “il 68% delle aziende che hanno partecipato ha confermato di aver registrato risultati concreti sul business dopo la nostra formazione, per esempio più visitatori sui loro siti web o nelle loro strutture fisiche”.

L’accordo tra Google e l’UnWto è stato preceduto da un High-level dialogue on digital skills in tourism. L’evento, organizzato dall’UnWto col sostegno di Google durante la fiera Itb di Berlino, ha messo in evidenza come lo sviluppo delle competenze digitali resti prioritario per tutti i paesi europei per valorizzare al massimo il patrimonio storico, artistico, culturale e l’offerta ricettiva.

La partnership con l’UnWto è parte del programm Grow with Google, una serie di strumenti gratuiti di training per aiutare imprese e privati cittadini a sfruttare al meglio le tecnologie digitali e prepararsi alle sfide e alle opportunità del mondo del lavoro del prossimo futuro. L’azienda americana riferisce che, ad oggi, nove milioni di persone sono state formate tramite Grow with Google in Europa, Medio Oriente e Africa e più di 700.000 persone hanno trovato lavoro o fatto crescere la loro attività.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

D
Digital Skill
G
google
T
turismo

Articolo 1 di 5