Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

LA MANOVRA/1

Industria 4.0, superammortamento nella mini-Ires

Nel ddl licenziato dal governo niente riferimento all’iperammortamento che, però, potrebbe essere inserito con aliquote al ribasso nel testo definitivo. Sgravi fiscali per chi assume manager “innovativi”

16 Ott 2018

F. Me

Industria 4.0 grande assente della manovra 2019. Nel ddl approvato ier dal Consiglio dei ministri non c’è nessun cenno al super e iper ammortamento, né tantomeno alla nuova Sabatini e al credito di imposta 4.0.

Secondo quanto ricostruito dal Sole 24 Ore nei testi definitivi del ddl salterebbe il rinnovo del superammortamento, assorbito dalla mini Ires, ma rimarrebbe l’iperammortamento, anche se rivisto al ribasso.

Entrando nel dettaglio del ddl è infatti prevista una Ires al 15% (dal 24%) sugli utili reinvestiti per ricerca e sviluppo, macchinari e per garantire assunzioni stabili. Il costo sarebbe di 1,5 miliardi di euro. La nota del Governo fa poi riferimento a “sgravi per chi assume manager innovativi”.

Più fondi per rilanciare Italia.it: il governo punta a trasformarlo in sito per la promozione del made in Italy.

Focus anche sulla formazione. Si stanziano i fondi necessari a una profonda riforma della formazione tecnica e professionale, in modo da tornare a formare professionisti e tecnici sempre più richiesti nel settore dell’industria e della moda.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

I
industria 4.0
M
manovra

Articolo 1 di 2