formazione e competenze

Scuola digitale, ecco le eccellenze nazionali



Indirizzo copiato

A Forum PA 2024 i tre migliori videogiochi realizzati dagli studenti degli Its Academy Ict per educare alla sicurezza informatica. Anitec-Assinform annuncia i vincitori del Premio sull’Innovazione digitale: 4 i progetti sul podio frutto della sinergia con le aziende

Pubblicato il 21 mag 2024




Sono Shard Tower di Its Academy Lazio Digital, Alcadata di Fondazione Its Apulia Digital Maker e Bean Team di Fondazione Its Rossellini i progetti vincitori di “Let’s Cyber Game”, il contest nazionale promosso dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy con il supporto di Cyber 4.0 e Invitalia che ha permesso di ideare, sviluppare, testare e creare un videogioco per educare alla cybersecurity e al contrasto al cybercrime.

I vincitori del concorso, che ha coinvolto circa 150 gli studenti dei 22 Its Academy italiani appartenenti all’Area Ict, sono stati premiati nella giornata inaugurale di Forum PA 2024 dalla Capo Dipartimento per il digitale, la connettività e le nuove tecnologie del Ministero delle Imprese e del Made in Italy Eva Spina.

Le modalità e le finalità del contest

I tre vincitori sono i migliori progetti tra i dieci selezionati per la fase finale dalla commissione di esperti nominata dal Mimit. Gli Its Academy di Piemonte, Lazio, Umbria, Puglia e Calabria hanno avuto l’opportunità di presentare i loro videogiochi per educare alla sicurezza informatica realizzati sotto forma di puzzle-solving, Gdr o simulazioni di cyber attack.

I dieci progetti finalisti, che differiscono tutti per obiettivi e gameplay, hanno utilizzato le dimensioni del videogioco e delle sue caratteristiche, come competizione, ricompense e premi, regole predefinite, produttività, giudizi equi, libertà di scelta, per innalzare il livello di attenzione dei ragazzi sulla necessità di utilizzare la rete in modo responsabile.

Eva Spina, insieme al direttore del Competence Center Cyber 4.0 Matteo Lucchetti, ha presentato il contest come “una sfida per rilanciare, insieme e grazie ai giovani, lo sviluppo di idee innovative per l’Industria 4.0, l’inclusione sociale e la transizione digitale sicura”, ribadendo l’impegno del Mimit con la strategia nazionale per le competenze digitali a “ridurre il divario a livello nazionale delle competenze digitali di base, ma soprattutto raddoppiare le competenze digitali avanzate dei giovani proprio attraverso la formazione superiore, per cui gli Its Academy svolgono un ruolo fondamentale. Il nostro obiettivo è rafforzare la formazione all’educazione digitale in età scolastica e rendere i giovani protagonisti dell’innovazione dell’impresa italiana, formandoli con competenze specifiche e specialistiche nei settori strategici italiani, sia per quanto riguarda le arti e i mestieri creativi e innovativi, che le competenze e professionalità per l’innovazione tecnologica”.

I vincitori del Premio Nazionale di Anitec-Assinform

Si è svolta sempre oggi a Roma la cerimonia di consegna del “Premio Nazionale sull’Innovazione Digitale 2023-2024“, un’iniziativa lanciata lo scorso 15 settembre e promossa da Anitec-Assinform, l’Associazione di Confindustria che raggruppa le principali aziende dell’Ict, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione e del Merito e con il patrocinio del Cng (Consiglio Nazionale Giovani).

L’evento ha celebrato l’eccellenza nell’innovazione digitale scolastica, premiando quattro progetti che si sono distinti per il loro ingegno, la loro originalità e il loro impatto positivo sul mondo della scuola. Tutti i progetti saranno valorizzati sul sito web di Anitec-Assinform.

Protagonisti della quarta edizione del premio sono stati gli studenti e gli insegnanti di istituti scolastici secondari di secondo grado, che, in sinergia con aziende leader del settore Ict, hanno dato vita a progetti innovativi capaci di dimostrare, ancora una volta, come la tecnologia e le applicazioni digitali possano essere un potente strumento per migliorare l’apprendimento, favorire l’inclusione e potenziare la partecipazione attiva degli studenti all’interno del panorama scolastico con uno primo sguardo all’inserimento nel mondo del lavoro.

I quattro progetti vincitori – selezionati da una Commissione di Valutazione presieduta da Francesco Profumo, ex Ministro dell’Istruzione, hanno ricevuto un premio di 2.500 euro ciascuno e saranno promossi all’interno delle iniziative dell’Associazione dedicate all’orientamento e allo sviluppo delle competenze Ict.

In particolare, nella categoria “Ict e disabilità: come il digitale favorisce l’inclusione”, si è distinto l‘Istituto Cipriano Facchinetti di Castellanza (Va), con il progetto Stem Everywhere condotto insieme all’azienda partner Digital System Computers.

Nella categoria “Digital enablers: le nuove tecnologie per lo sviluppo dell’Innovazione nei settori dell’economia e nella società” il riconoscimento è invece andato all’Istituto Galileo Ferraris di Molfetta (Ba), con il progetto GoMino realizzato insieme a Exprivia/HrCoffee.

L’Istituto Cesare Battisti di Bolzano ha vinto il premio nella categoria “Promozione della sicurezza del web e contrasto ai fenomeni di bullismo” presentando il progetto Battbull in partnership con Konverto.

Nella categoria “Digital & Data Science – Economia dei dati”, infine, ha trionfato il Liceo Classico-Scientifico Pellico-Peano di Cuneo con il progetto Cosa ci dicono i dati? Insieme a Wonderful Education.

Articoli correlati

Articolo 1 di 4