Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Fare biz con la musica indie. Youtube lancia Musicians Wanted

Il programma, per ora disponibile solo negli Usa, prevede la divisione dei ricavi pubblicitari tra il videoportale e gli artisti

18 Mar 2010

Fare business con la musica indipendente? Un sogno che Youtube si
impegna a far diventare realtà. Il videoportale di proprietà di
Google ha lanciato “Musicians Wanted”, un canale del YouTube
Partner Program riservata agli artisti indie.

I musicisti potranno iscriversi all’iniziativa e presentare i
loro video. Toccherà a Youtube valutarne la qualità e decidere se
ammetterli al programma. La novità sta nel revenue sharing che
caratterizza il progetto: le performance ammesse saranno
accompagnate da annunci pubblicitari i cui ricavi verranno divisi
tra Youtube e gli artisti. I musicisti potranno decidere di
abbinare al video una funzione di e-commerce, aggiungendo sulla
loro pagina dei pulsanti per acquistare brani e biglietti per
concerti.

“Che facciate hip-hop, folk, noise-rock, jazz o un genere di
vostra invenzione, siamo alla ricerca di qualunque tipo di
contenuto video-musicale originale”, spiega sul blog di YouTube
il music manager, Michele Flannery.

A rispondere per primi alla chiamata sono stati gli Ok Go: il
gruppo “star” di YouTube e guru del marketing virale che
recentemente ha abbandonato la Emi che gli aveva impedito di
mettere i video su siti e blog musicali che non fossero quelli di
proprietà della casa discografica.

Per ora il programma è disponibile solo negli Stati Uniti

I commenti sono chiusi.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link