Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

TAGLI AI PARTITI

Pd, Youdem lascia il satellite

Il dimezzamento della seconda rata del finanziamento pubblico ai partiti impatta sulle scelte hi-tech. Chiara Geloni: “Scelta dolorosa ma inevitabile. Ma non abbiamo paura di cambiare e di rinnovarci”

28 Set 2012

Youdem, la televisione del Partito Democratico, trasloca dalla piattaforma satellitare al web. Nuovi programmi, nuovi appuntamenti di approfondimento politico e tante news contribuiranno a rendere il palinsesto più adatto a una tv su Internet. In particolare i responsabili intendono “puntare su velocità e innovazione delle tecnologie, sfruttando tutte le potenzialità fornite dalla multimedialità della rete”. Notizie, interviste, reportage, web talk, approfondimenti in studio, collegamenti col territorio in Italia e all’estero, spot e videografiche contribuiranno al costante aggiornamento sulle attività del Partito democratico e, in particolare, sulle primarie del centrosinistra e le prossime elezioni politiche.

“L’abbandono della piattaforma satellitare – ha spiegato il direttore Chiara Geloni – è una scelta dolorosa ma inevitabile. Il dimezzamento della seconda rata del finanziamento pubblico del 2012 non poteva non avere conseguenze per il Partito Democratico, che è l’unico azionista della nostra tv. Siamo fieri – ha aggiunto – che il Pd faccia sul serio e faccia seguire i fatti alle parole quando parla di cura dimagrante dei partiti e di una politica sobria”.

Per Youdem, conclude Geloni, “comincia una strada nuova, che non esclude nuove modalità di presenza dei nostri contenuti su vecchi e nuovi media. Non abbiamo paura di cambiare e rinnovarci”.