INNOVAZIONE

Procurement Ict a prova di sicurezza, ecco le linee guida

Pubblicate le indicazioni alle PA e ai fornitori per garantire che beni e servizi informatici acquistati nell’ambito di gare d’appalto o contratti quadro rispondano ad adeguati livelli di protezione

22 Mag 2020

F. Me

Beni e servizi digitali a prova di security. Agid ha pubblicato le linee guida per la sicurezza nel procurement Ict.

Il documento è stato elaborato da un tavolo di lavoro promosso dal Nucleo per la Sicurezza Cibernetica (Nsc) del Dipartimento Informazioni per la Sicurezza presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, di cui ha fatto parte anche L’Agenzia per l’Italia digitale insieme ad altre amministrazioni centrali.

EVENTO - 2 NOVEMBRE 09:30
Cambiare la Pa per cambiare il paese
PA

Destinate alle pubbliche amministrazioni e agli operatori di mercato, le linee guida forniscono indicazioni per garantire che beni e servizi informatici acquistati dalle PA nell’ambito di gare d’appalto o specifici accordi quadro rispondano ad adeguati livelli di sicurezza.

Il documento formalizza definizioni e concetti legati alla sicurezza nel procurement Ict, rendendoli coerenti con la norma e con il contesto della pubblica amministrazione. Dettagliate anche le buone prassi e le soluzioni già in uso così come misure da adottare – si parla di strumenti operativi, ma anche di esempi pratici – per verificare il livello di sicurezza degli attuali processi di acquisizione ed eventualmente per migliorarne la qualità.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

A
agid
P
procurement ict

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Link

Articolo 1 di 2