Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Smau Roma, dall’Expo 2015 alle smart city

Il 19 e 20 marzo appuntamento alla nuova Fiera di Roma: sul tavolo le opportunità che l’esposizione universale offre alle imprese e le possibilità di sviluppo per i Comuni legate alle nuove tecnologie. Inviti omaggio per i lettori del Corriere delle Comunicazioni

18 Mar 2014

A.S.

Le opportunità che verranno al Paese dall’Expo 2015, e i Comuni italiani che si misurano con le smart city. Sono i temi di due degli eventi in programma allo Smau Roma, a cui i lettori del Corriere delle Comunicazioni potranno prendere parte con un invito omaggio, il 19 e 20 marzo, al padiglione 5 della nuova fiera di Roma.

Il convegno “Expo 2015: quali sono le reali opportunità per le imprese?” è in programma mercoledì 19, alle 13, per fare luce su un settore in cui gli operatori del settore del turismo e delle tecnologie digitali sono chiamati a giocare un ruolo da protagonisti per valorizzare, grazie al ‘faro’ dell’Expo, l’enorme giacimento culturale, turistico, commerciale ed economico della Lombardia e dell’Italia.

Da questa esigenza nasce “Explora”, una destination management organization che ha il compito di promuovere la Lombardia e l’Italia sul mercato turistico internazionale, valorizzando al meglio l’evento Expo2015 come strumento per attirare nuovi turisti. Una Public marketing company, nata come facilitatore di business per gli operatori turistici locali.

Il 20 marzo i protagonisti saranno invece i Comuni italiani, con i riflettori dello Smau Roma che si accenderanno sulle Smart City con l’evento di Anci che riunirà sindaci, esponenti del Governo, imprese del digital e startup per dare concretezza ai temi dell’Agenda Digitale e delle Smart City.

Nella mattinata il Presidente dell’Anci Piero Fassino presiederà una sessione nella quale i principali attori istituzionali e del mercato del digitale presenteranno i loro diversi punti di vista sulle attuali e future politiche di innovazione. Tra i presenti Francesco Caio, commissario per l’attuazione dell’Agenda Digitale, Maria Carmela Lanzetta, ministro per gli Affari regionali, Angelino Alfano, ministro degli Affari esteri, Agostino Ragosa, direttore dell’Agenzia per l’Italia digitale e Debora Serracchiani, presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, in qualità di rappresentante delle Regioni italiane.

Nel pomeriggio, alle ore 14.30 spazio ai territori, con una sessione coordinata da Francesco Profumo, presidente dell’psservatorio Anci sulla smart city e incentrata sui racconti delle città impegnate nei percorsi verso la città intelligente. L’evento ospiterà lo Start up Speed Pitching – Le startup raccontano in 90 secondi i loro progetti smart city o social innovation, con Emil Abirascid e Alessandro Fusacchia, Capo di gabinetto del ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca.

Articolo 1 di 5