Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

LO SPEECH

Sprint di Ericsson sul 5G, Ekholm: “Lo accenderemo in tutto il mondo nel 2019”

Il ceo dell’azienda svedese dal palco del MWC svela strategia e roadmap: già siglati accordi commerciali con 14 operatori e oltre 40 protocolli d’intesa. Consegnate 3 milioni di soluzioni. “Il consumer? Solo una fetta. Si va verso l’era dell’Internet industriale”

25 Feb 2019

Federica Meta

Giornalista

Ericsson nel 2019 accenderà il 5G a livello globale, supportata dal proprio portafoglio di soluzioni solide, sicure e disponibili. L’annuncio è stato dato, in occasione del Mwc 2019, di Barcellona dal presidente e ceo Börje Ekholm, che ha sottolineato il ruolo della quinta generazione mobile come “infrastruttura nazionale critica”, enfatizzando i vantaggi per gli early adopter. “Nel 2019 implementeremo davvero il 5G in tutto il mondo”, ha affermato.

Ekholm ha ricordato che Ericsson ha annunciato accordi commerciali 5G con 14 operatori – i cui nomi sono stati resi pubblici – e 43 protocolli di intesa. La società sta già implementando reti 5G in tutto il mondo: negli Stati Uniti, in Europa, Asia e Australia. Ekholm ha anticipato che ci saranno altri annunci a venire.

“I consumatori e le imprese aspettano l’arrivo del 5G – ha spiegato Ekholm – Secondo una ricerca dell’Ericsson ConsumerLab, un terzo degli utilizzatori di smartphone a livello globale sostituirà immediatamente o al massimo entro sei mesi il proprio operatore di telefonia con uno che ha attivato il 5G. Oggi, gli Stati Uniti e l’Asia stanno guidando l’implementazione del 5G”.

Per il ceo i primi beneficiari 5G su scala commerciale saranno i consumatori di banda larga mobile che sperimenteranno un aumento di capacità significativo ed altamente efficiente in termini di costo, che faciliterà nuove applicazioni di Realtà Aumentata e Realtà Virtuale in aree quali il gaming e le trasmissioni sportive.

Ha inoltre sottolineato come il 5G porterà il settore oltre i prodotti di consumo verso l’Internet industriale, citando come esempi le continue collaborazioni sia nella robotica mobile sia nei veicoli autonomi all-electric. Ekholm ha evidenziato come l’hardware dell’Ericsson Radio System sia 5G-ready già dal 2015 e possa essere utilizzato anche per il 5G New Radio (NR) tramite l’installazione di software da remoto.

L’azienda ha già consegnato più di 3 milioni di soluzioni radio predisposte per il 5G ai propri clienti in tutto il mondo. “Le esclusive capacità di condivisione dello spettro di Ericsson e le comuni soluzioni di orchestrazione core e dinamica posizionano i clienti di Ericsson in prima linea per quanto riguarda il 5G – ha sottolineato il manager –  Il nostro Ericsson Spectrum Sharing è il modo più economico e praticabile per introdurre il 5G nelle bande esistenti, raggiungendo una copertura nazionale immediata”.

“Possiamo mixare in modo dinamico il traffico 4G e 5G sullo stesso spettro – ha spiegato – Alcuni credevano che questo tipo di condivisione dello spettro fosse impossibile. Sbagliato! I nostri ingegneri sono davvero di prim’ordine. Con la condivisione dello spettro, i nostri clienti godono di un reale vantaggio in ambito 5G”.

Infine, Ekholm ha annunciato l’acquisizione dellee divisioni antenne e filtri per le reti mobili di Kathrein. “Questo amplierà le capacità e le competenze dell’azienda nel settore avanzato delle antenne attive e passive”, ha puntualizzato. Ericsson assumerà circa 4.000 professionisti altamente qualificati in R&S, produzione e vendite in oltre 20 sedi, tra cui Germania, Romania, Messico e Cina.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

5
5g
B
Borje Ekholm
E
ericsson
M
mwc19

Articolo 1 di 5