Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

RUMORS

Apple iPhone7 in arrivo il 7 settembre. Ma poche novità in vista

Previsto solo un lifting per lo smartphone Apple in attesa di novità sostanziali per il 2017. Si prospetta un nuovo “intervallo” fra una generazione e l’altra di telefoni. Che potrebbe determinare nuove abitudini nei consumi

12 Ago 2016

Patrizia Licata

L’atteso iPhone7 di Apple sarà presentato in un evento previsto per il 7 settembre: le ultime indiscrezioni riportate da Bloomberg fissano con esattezza la data di lancio per il nuovo modello della Mela. A fine luglio un blogger del settore, Evan Blass, aveva indicato che il nuovo iPhone sarebbe stato introdotto probabilmente intorno al 12 settembre, in linea con le date scelte dall’azienda americana per precedenti lanci di prodotto.

Tuttavia, secondo quanto scrive oggi Bloomberg, si tratterà di un lancio diverso da quelli usuali e in particolare da quello di iPhone 6 e 6 Plus nel 2014: negli anni pari Apple ha sempre introdotto dei design completemente rinnovati, ma questa volta fonti vicine alla Mela dicono che l’azienda aggiornerà solo alcuni elementi del precedente modello, in particolare la fotocamera e gli speaker, e introdurrà il pulsante home touch, ma in sostanza l’iPhone7 non sarà troppo dissimile dall’iPhone 6; probabilmente avrà anche una versione Plus. Per cambiamenti più sostanziali dovremo attendere il 2017, anno in cui Apple ha probabilmente in cantiere qualcosa di particolarmente importante (già circolano i rumors su un iPhone8), visto che festeggerà i 10 anni del suo smartphone.

Secondo analisti potrebbe prospettarsi un nuovo “ciclo” per i telefoni Apple: non più un nuovo nato ogni due, ma ogni tre anni. Il che potrebbe determinare ritmi diversi nelle abitudini di consumo del terminale.

Ma intanto il lifting che si preannuncia per l‘iPhone è chiamato a riivitalizzare le vendite del telefonino: nel secondo trimestre dell’anno Apple ha venduto 40,4 milioni di pezzi, il 15% in meno anno su anno. Lo smartphone è l’osservato speciale nei bilanci della Mela, il prodotto di punta da cui dipende la maggior parte dei ricavi e la forza dei profitti della casa di Cupertino.

Apple starebbe lavorando anche una nuova generazione di computer portatili MacBook, più sottili e probabilmente più potenti, visto che anche i chip si preannunciano diversi. I nuovi laptop della Mela avranno anche uno schermo touch Oled e un sensore per le impronte digitali, ma non saranno presentati a settembre.