Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Cresce il business di Eutelsat. Il 23 novembre in orbita il satellite W7

L’operatore satellitare ha chiuso il primo trimestre 2009-2010 con il fatturaro in aumento dell’11,6%. Il ceo Berretta: “Un successo il piano di espansione in orbita”

17 Nov 2009

Si è chiuso con un fatturato in aumento dell’11,6% il primo
trimestre 2009-2010 di Eutelsat. Le applicazioni video registrano
un aumento sostenuto (+8,5%) assestandosi a 180,8 milioni di euro.
Con 3.329 canali televisivi trasmessi al 30 settembre 2009 (+4,7%),
Eutelsat consolida la potenza commerciale delle sue 9 posizioni
orbitali video.

In aumento del 17,8% a 36,9 milioni di euro, i servizi dati
registrano una forte domanda di capacità satellitare sostenuta dai
mercati di interconnessione di reti d’impresa e di reti Gsm in
Africa, Asia centrale e Medio Oriente, e dai mercati della
connessione alla dorsale Internet in tutte le regioni dove le reti
terrestri non sono sufficienti ad alimentare le piattaforme dei
fornitori di accesso Internet locali.

I Servizi a Valore aggiunto continuano ad aumentare stabilendosi a
10,7 milioni di euro (+10,3%), grazie a una domanda sostenuta di
servizi di accesso Internet da parte di professionisti e
collettività situate fuori dalla copertura delle reti terrestri
della banda larga o mobile. Alla fine del trimestre la soluzione
D-Star, che al 30 settembre 2009 aveva una base di 10.028 terminali
installati, é stata scelta per fornire una connessione Internet a
banda larga a 470 scuole marocchine in zone rurali. La soluzione
Tooway di accesso Internet a banda larga per le abitazioni, con 48
distributori in 22 paesi al 30 settembre 2009, incontra un
interesse crescente da parte di governi e collettività per colmare
il digital divide. Il Tooway è stato scelto anche dall’operatore
irlandese 3 e da Satellite Broadband Ireland per permettere dal 5%
all’8% delle abitazioni irlandesi, fuori dalla copertura delle
reti fisse terrestri, di disporre di un accesso Internet a banda
larga all’interno del National Broadband Scheme.

I servizi Multiuso (+46,2% a 22,9 milioni di euro) hanno tratto
vantaggio dall’entrata in servizio, a giugno 2009, del satellite
Eurobird 4A (reimpiego del satellite W1 nella posizione orbitale a
4° Est) che ha permesso al Gruppo di attivare nuovi contratti per
i clienti governativi, in particolare in Asia centrale e Medio
Oriente.

Nell’ambito del programma di rinnovo e di espansione in orbita,
che prevede il lancio di 5 satelliti entro la fine del 2011,
Eutelsat sta preparando il lancio, previsto per il 23 novembre, del
satellite W7 con International Launch Services su un razzo Proton
Breeze M dal cosmodromo di Baikonour.

Costruito da Thales Alenia Space, W7 è il satellite più potente
mai ordinato da Eutelsat ad oggi. Coposizionato accanto a W4 a 36°
Est, questo satellite raddoppierà le risorse operative di Eutelsat
in questa posizione orbitale dove la domanda é in forte
crescita.

Provvisto di una capacità che può arrivare fino a 70 transponder
connessi a cinque fasci fissi e orientabili ad elevata potenza, W7
fornirà copertura alla Russia e all’Africa subsahariana per
servizi di digital broadcasting, inclusa la pay-TV, e rinforzerà
le risorse e la flessibilità di Eutelsat per servizi video e di
telecomunicazioni in Europa, Africa, Medio Oriente e Asia Centrale.
W7 sostituirà il satellite Sesat 1 gestito nei 36° Est dal 2000.
Reso disponibile dalla missione iniziale, Sesat 1 sarà impiegato
in un’altra posizione orbitale di Eutelsat dove continuerà la
sua vita in orbita.

“Il ritmo di crescita a due cifre raggiunto da Eutelsat
Communications nel primo trimestre attesta il successo del piano di
espansione in orbita che, grazie anche ad un’eccellente
performance commerciale, ci ha permesso di valorizzare queste
risorse aggiuntive nei mercati che registrano le dinamiche più
forti – commenta Giuliano Berretta, Presidente e Ceo
delll’azienda -. Dopo l’entrata in servizio di tre nuovi
satelliti e il reimpiego di altri cinque nel secondo semestre
dell’esercizio 2008-2009, il programma di espansione continua con
il lancio di W7 a novembre. Questo satellite servirà i mercati
particolarmente dinamici della TV e delle telecomunicazioni in
Russia, Ucraina, Africa e Asia centrale. Altri quattro satelliti
saranno lanciati entro la fine del 2011 per proseguire la crescita.