Guai per Samsung: stop al Galaxy Note 7, la batteria prende fuoco - CorCom

IL CASO

Guai per Samsung: stop al Galaxy Note 7, la batteria prende fuoco

L’azienda ritirerà dal mercato alcuni device difettosi. Vendite bloccate momentaneamente per effettuare nuovi controlli di qualità. Gli analisti: “I rimedi devono essere lampo o le vendite soffriranno”

01 Set 2016

Patrizia Licata

Duro colpo alla ripresa del business mobile di Samsung proprio mentre i conti tornavano a quadrare: l’atteso arrivo sui mercati mondiali dello smartphone Galaxy Note 7 è stato rinviato dopo che i primi utenti sud-coreani hanno riportato un grave problema: l’esplosione della batteria. Samsung ha riferito all’agenzia Reuters di aver fermato la distribuzione dei nuovi device ai tre principali operatori mobili coreani.

Samsung contava sul Galaxy Note 7 per proseguire sul trend di crescita registrato negli scorsi mesi, con risultati che mostravano che il colosso sud-coreano si era rimesso in marcia verso la redditività e che poteva efficacemente fare concorrenza ad Apple che ha invece visto calare le sue vendite di iPhone. Ora però la situazione potrebbe essere completamente ribaltata: la Mela si prepara a presentare i suoi nuovi modelli la prossima settimana e Samsung è invece nell’impossibilità di rispondere col suo nuovo smartphone di punta.

“E’ un grosso problema per Samsung, soprattutto perché il nuovo prodotto era largamente atteso”, ha commentato l’analista di Idc Bryan Ma. “Il prossimo lancio del nuovo smartphone Apple mette ulteriore pressione sulla sud-coreana: dovrà rimediare rapidamente. Non poteva succedere in un momento peggiore”.

Samsung non ha direttamente indicato quale problema sta cercando di risolvere e se riguarda altri mercati, oltre alla Corea del Sud; ha solo detto che dovrà fermare la distribuzione per proseguire con i test di controllo sulla qualità. Tuttavia l’affiliata Samsung SDI, che ha fornito le batterie del Galaxy Note 7, ha riferito che le era stato comunicato che le batterie erano difettose. Su Internet, poi, sono stati postati video e immagini di Galaxy Note 7 andati a fuoco. Alcuni organi di stampa coreani, senza citare le fonti, hanno detto che Samsung annuncerà un piano per ritirare dal mercato tutti i telefoni Note 7 interessati dal problema e sostituire la batteria.

L’anno scorso Samsung ha avuto un problema con il modello Galaxy S6 edge (riguardava lo schermo curvo) e le vendite ne hanno sofferto; gli analisti temono ora che il Galaxy Note 7 faccia la stessa fine se Samsung non risolverà la questione in modo rapido e efficace. HDC Asset Management pensa che il vendor dovrà abbassare il prezzo, danneggiando i profitti. Più ottimista Hyundai Securities, secondo cui i problemi di Galaxy Note 7 potranno essere risolti in poche settimane, con un impatto non troppo severo sui conti di Samsung.