Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

IL CASO

Sky si allea con Open Fiber: è pronta a fare la telco (anche) in Italia?

Dopo i rumors la firma ufficiale dell’accordo. Ma per offrire i servizi sarà necessario “accendere” la rete. Sky farà tutto da sola replicando il modello britannico oppure passerà per gli operatori? Ancora presto per giungere a conclusioni: la nuova offerta è stata annunciata per il 2019

29 Mar 2018

Mila Fiordalisi

Condirettore

Dalle parole ai fatti. Sky e Open Fiber hanno deciso di unire le forze attraverso un accordo ufficiale che consentirà al broadcaster di sfruttare la banda ultralarga della compagnia presieduta da Franco Bassanini per veicolare contenuti tv. La compagnia guidata da Andrea Zappia si starebbe preparando a replicare il modello “inglese”?  La liason con Open Fiber nasconderebbe ambizioni da telco? In Italia Sky vanta già un accordo con Fastweb. E con Tim si può richiedere un pacchetto “quadruple play”. Anche se l’accordo fra le due è finito in tribunale.

Eppure paradosso dei paradossi, proprio Tim potrebbe essere il deus ex machina. L’accordo fra Sky e Open Fiber sarà operativo a partire dal 2019. E di qui a un anno tutto può cambiare nello scenario italiano delle Tlc dove peraltro i riflettori sono puntati proprio su un possibile matrimonio fra Open Fiber e la netco di Tim.

E’ anche vero che Sky oltremanica già opera come una telco. E che dunque non è da escludersi un debutto in solitaria. Peraltro la compagnia non ha fatto mistero di voler replicare proprio in Italia e proprio entro il 2018, il modello battezzato nel Regno Unito dove con il 7,2% di marketshare si piazza al settimo posto della classifica nazionale degli accessi a banda larga. L’avventura Internet Oltremanica è partita nel 2005 in seguito all’acquisizione di EasyNet. E ad oggi conta 7,5 milioni di utenti, di fatto quasi la metà di quelli abbonati alla sua pay tv. In Inghilterra Sky ha anche una compagnia mobile, Sky Mobile da fine 2016 grazie ad un accordo con O2.

Ma in cosa consiste l’accordo Sky-Open Fiber? La nuova offerta – si legge nella nota che annuncia l’accordo – partirà dall’estate 2019. “Grazie a questo accordo Sky beneficerà dei vantaggi offerti dall’infrastruttura in fibra ottica di Open Fiber nelle principali 271 aree urbane del Paese. Dal momento che sempre più contenuti sono disponibili via internet, l’offerta via fibra di Sky combinerà la sua esclusiva programmazione con la migliore velocità di connessione disponibile sul mercato italiano. Sky distribuirà la sua offerta Tv via internet grazie a una nuova versione di Sky Q – il box di ultimissima generazione che ha fissato i nuovi standard dell’esperienza televisiva in Italia – che dal 2019 potrà funzionare anche via internet oltre che via satellite“.

“Dal momento che sempre più contenuti sono disponibili via internet, l’offerta via fibra di Sky combinerà la sua esclusiva programmazione con la migliore velocità di connessione disponibile sul mercato italiano. Sky distribuirà la sua offerta Tv via internet grazie a una nuova versione di Sky Q – il box di ultimissima generazione che ha fissato i nuovi standard dell’esperienza televisiva in Italia – che dal 2019 potrà funzionare anche via internet oltre che via satellite”.

“L’ambizione di Sky è quella di essere protagonista dello sviluppo dell’industria televisiva in Italia e del processo di digitalizzazione del Paese. Questo accordo con Open Fiber va esattamente in questa direzione. Siamo convinti che la pay tv abbia ancora ampie possibilità di crescita in Italia – sottolinea Andrea Zappia, Amministratore delegato di Sky Italia -. La fibra rappresenta un modo semplice e innovativo per portare nelle case italiane un servizio televisivo di qualità sempre maggiore e i migliori contenuti on demand. Il connubio tra l’esperienza di visione offerta da Sky Q, i contenuti esclusivi e la passione per i nostri clienti faranno la differenza rendendo questa offerta unica. Al tempo stesso, un servizio di qualità come quello di Sky incentiverà la diffusione della fibra come è avvenuto in altri paesi europei”.

“Crediamo fortemente che il nostro modello di business – wholesale only – sia il migliore per accelerare la penetrazione in Italia dei servizi innovativi a banda ultralarga realizzati su una infrastruttura interamente in fibra -commenta Elisabetta Ripa, Ad di Open Fiber -. Questo accordo strategico è una pietra miliare per promuovere i vantaggi e le potenzialità dei nostri servizi attivi di telecomunicazione, progettati per offrire una customer experience di eccellenza. Siamo orgogliosi di essere partner di Sky in questo progetto profondamente innovativo”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

F
fastweb
O
open fiber
S
Sky
T
TIM

Articolo 1 di 5