Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Arduino e Internet of Things

Il 25 e 26 ottobre alla Link Campus University, in via Nomentana 335 a Roma, si tiene un workshop gratuito per diventare artigiani digitali. Solo venti i posti disponibili

21 Ott 2014

Diventare maker in due giorni, a tutte le età e senza particolari conoscenze di programmazione o di elettronica. E’ l’opportunità offerta dal workshop gratuito ‘Arduino e Internet of things’ – 20 i posti disponibili – in programma il 25 e 26 ottobre alla Link Campus University (Via Nomentana 335, Roma). Gli unici requisiti base richiesti per accedere al corso sono infatti la forte motivazione e l’attitudine all’artigianato digitale. Un’occasione, quella promossa dall’Università, per imparare a creare prototipi e oggetti interattivi a partire dalla piattaforma open-source Arduino, ma anche per dare attraverso la tecnologia una ‘nuova vita’ a oggetti di scarto, come vecchi giocattoli o una bottiglia di plastica. I partecipanti potrebbero diventare artisti, designer e ‘artigiani digitali’ del futuro. Per candidarsi alle selezioni occorre compilare il form di registrazione sul sito della Link Campus University all’indirizzo www.unilink.it/workshop-arduino .

Il workshop è organizzato dal centro di ricerca della Link Campus University, DASIC – Digital Administration and Social Innovation Center, che si occupa dell’applicazione di tecnologie innovative ai processi di produzione, amministrazione e consumo.

Per informazioni: www.unilink.it

Programma

Sabato 25 ottobre: 9.30 – 18:00

Domenica 26 ottobre: 10:00 – 18:00

▪ Il physical computing, l’internet of things e le nuove frontiere dell’interazione tra uomo e computer;

▪ Progettare l’interazione e la UX;

▪ Introduzione ad Arduino;

▪ Basi di programmazione per Arduino;

▪ Fondamenti di elettronica;

▪ Gli Input: catturare e interpretare i fenomeni esterni (connessione con bottoni, sensori ecc);

▪ Gli Output: interagire col mondo fisico (led, motori ecc).

▪ Comunicare con gli oggetti.

Articolo 1 di 5