Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Cooperazione transnazionale sudest Europa: prospettive di sviluppo per le imprese e il territorio

Fare il punto sulle prospettive di sviluppo nell’area adriatico-ionica questo l’obiettivo dell’evento che si tiene martedì 28 ottobre all’East Gate Park di Portogruaro, Venezia, nella Palazzina Polins, dalle 10.00 alle 16.00

28 Ott 2014

Ad un anno dal Protocollo d’Intesa sulla logistica interregionale, nel corso dell’evento nazionale del progetto europeo Acrossee si farà il punto sulle prospettive di sviluppo nell’area adriatico-ionica.

L’evento si chiama “Cooperazione transnazionale sudest Europa: prospettive di sviluppo per le imprese e il territorio” e si tiene martedì 28 ottobre all’East Gate Park di Portogruaro, Venezia, nella Palazzina Polins, dalle 10.00 alle 16.00.

L’integrazione tra i Paesi del Sud Est Europa è l’obiettivo primario del progetto Acrossee, nato come ponte tra le due macrostrategie europee, quella danubiana e quella adriatico-ionica, coinvolgendo ben 13 Paesi europei tra cui Italia, Austria, Croazia, Albania e Montenegro.

Lo scopo viene perseguito puntando sull’efficentamento delle infrastrutture, specie quelle ferroviarie, e sul potenziamento dell’offerta di trasporto delle merci che valorizzi lo scambio intermodale. Per questo l’evento e’ organizzato in collaborazione con Polins, l’incubatore culturale che sta studiando da due anni la possibilità di integrare la rete infrastrutturale del Veneto orientale con i principali siti logistici veneti e friulani.

I temi della tavola rotonda spazieranno dall’analisi dei trasporti locali e le sinergie con altri di cooperazione quali Railhuc, Easyconnecting e Pole7, per arrivare all’import/export dei prodotti agricoli, alla competitività di piattaforma e alle sfide che oggi il tema della sostenibilità sottopone alle imprese.

I principali focus dell’iniziativa:

• Incentivare il dibattito sull’estensione delle TEN-T ai Balcani occidentali per ottimizzare la rete dei corridoi europei transnazionali;

• Incentivare l’adozione di un modello comune di trasporto per tutto l’Est Europa;

• Migliorare l’accessibilità transfrontaliera dei flussi di merci.

Articolo 1 di 5