Mobile App e linguaggi di programmazione: App native vs Html5, cosa scegliere nei differenti contesti? - CorCom

CORRIERE DELLE COMUNICAZIONI

Mobile App e linguaggi di programmazione: App native vs Html5, cosa scegliere nei differenti contesti?

I pro e i contro dei principali approcci allo sviluppo in ambito Mobile

15 Gen 2016

La proliferazione delle tecnologie di sviluppo in ambito Mobile ha fatto emergere diverse alternative nella scelta dell’approccio alla programmazione. Sempre più spesso si propone alle aziende di adottare un approccio ibrido in alternativa allo sviluppo nativo o a quello completamente web based. Il linguaggio di programmazione HTML5, forte del processo di standardizzazione a cui è stato sottoposto e della massiccia adozione da parte dei maggiori player sul mercato è, infatti, uno strumento flessibile e con crescenti potenzialità. Esso non rappresenta però la soluzione perfetta per ogni tipo di Applicazione. A guidare la scelta del giusto approccio allo sviluppo della propria App, dovrà essere quindi l’analisi del genere e dell’ampiezza dell’utenza a cui è destinata, degli obiettivi da perseguire, delle funzionalità che si vogliono implementare e del livello di usability richiesto.

Il Webinar, in streaming online su Osservatori.net il 20 gennaio a partire dalle 12, illustrerà i pro e i contro dei principali approcci allo sviluppo in ambito Mobile, in modo da poterne valutare l’applicabilità in diversi contesti.

Questo Webinar fa parte del percorso “Strategie e strumenti per progettare Mobile App di successo” organizzato dall’Osservatorio Mobile B2c Strategy, che si pone l’obiettivo di illustrare gli aspetti chiave di tutte le fasi del processo di lancio di una Mobile App (dal concept al design, dallo sviluppo tecnico al testing, dalla promozione alla misurazione dei risultati).

Il Webinar è rivolto a professionisti, manager e imprenditori, oltre che a specialisti delle Direzioni IT, Chief Innovation Officer, Consulenti in ambito ICT e sarà tenuto da Giuseppe Gramazio. Specializzatosi nel campo delle tecnologie per il Mobile con un master al Politecnico di Milano, ha svolto, fin dall’inizio degli anni 2000, attività di ricerca e sviluppo sul tema presso il Center of Excellence For Research, Innovation, Education and industrial Labs partnerships (CEFRIEL) del Politecnico. Negli ultimi 5 anni il focus delle sue attività si è concentrato prevalentemente sullo sviluppo e la progettazione di interfacce innovative, usabili e accessibili su tutte le piattaforme web e Mobile.

Per maggiori informazioni e per iscriversi, cliccare qui.