Obiettivo Comunweb: ottimizzare le risorse, generare valore - CorCom

Obiettivo Comunweb: ottimizzare le risorse, generare valore

Seminario di presentazione dei risultati del Report di ricerca FPA. Oggetto della Ricerca è il progetto del Consorzio dei Comuni Trentini, nato nel 2012 utilizzato dalla quasi totalità dei Comuni e delle Comunità di Valle. Appuntamento a Trento martedì 25 ottobre, alle 9:30, nella sala Depero del palazzo della Provincia autonoma

24 Ott 2016

Saranno presentati martedì 25 ottobre a Trento, nella sala Depero del Palazzo della Provincia Autonoma, i risultati del Report di ricerca FPA dal titolo “Obiettivo Comunweb: ottimizzare le risorse, generare valore. Da progetto tecnologico a modello di piattaforma territoriale”. Oggetto della Ricerca è Comunweb: il progetto del Consorzio dei Comuni Trentini, nato nel 2012 come soluzione informatica omogenea per tutti gli enti interessati a un portale di comunicazione su piattaforma condivisa e, a oggi, utilizzata dalla quasi totalità dei Comuni e delle Comunità di Valle. Nel Report di ricerca sono stati considerati, descritti e analizzati gli elementi più rilevanti della piattaforma Comunweb, sia dal punto di vista strategico sia dal punto di vista dell’impatto che essi producono sullo sviluppo dell’Open Government, sulla trasparenza, sulle dinamiche di collaborazione e di partecipazione civica e sulle scelte di policy della pubblica amministrazione, anche nell’ottica della sua trasferibilità “in riuso” nel sistema pubblico del Paese.

Il seminario di presentazione rappresenta in primo luogo un evento di rilievo istituzionale che permetterà una valutazione puntuale dei risultati – in termini di ottimizzazione delle risorse, risparmi di spesa e miglioramento delle performances – scaturiti da una “iniziativa di sistema”, avviata da Consorzio dei Comuni Trentini e Provincia autonoma di Trento, finalizzata all’adozione di un’unica tecnologia di riferimento per la struttura dei contenuti della comunicazione web per il Sistema Trentino. In secondo luogo, un’occasione di incontro che servirà per condividere, in prospettiva, un quadro di applicazione innovativo e, soprattutto, “cittadino-centrico”, in grado di abilitare uno standard dei servizi erogati dalla Pubblica Amministrazione locale, basato sull’adozione di tecnologie open source, sull’interoperabilità tra Enti, sulla valorizzazione del patrimonio informativo pubblico e sulla creazione di un “linguaggio comune” che consente il riutilizzo dei dati attraverso la loro pubblicazione secondo il paradigma dell’open data.

Secondo Walter Merler, Responsabile dell’Area Innovazione Consorzio dei Comuni Trentini “l’ecosistema che si è creato attorno a Comunweb rappresenta un quadro di applicazione che, dal punto di vista attuativo, fa leva su un rapporto sempre più sinergico e collaborativo tra Consorzio e Provincia per quanto riguarda il tema dell’ICT. In un contesto complessivo di riforma, dove è sempre più pressante l’esigenza di fare di più spendendo di meno, lavorare al suo sviluppo, a partire dalle evidenze della Ricerca, consentirà di affrontare congiuntamente e con una visione condivisa i diversi aspetti del complesso e incontrovertibile percorso di attuazione dell’Agenda Digitale sui territori e su scala nazionale”.

“Per FPA, il lavoro di ricerca e analisi della piattaforma Comunweb è stato di estremo interesse perché ci ha permesso di approfondire un modello tecnologico e operativo assolutamente innovativo che, nei fatti, dà attuazione ai principi di openness, collaborazione e ottimizzazione delle risorse. Diverse le dimensioni e i dati da discutere in ottica di replicabilità e trasferibilità del sistema su scala nazionale. Il lavoro svolto e le evidenze che presenteremo il 25 ottobre rappresentano, a nostro avviso, un’opportunità in un contesto di riforma orientato all’attuazione non solo dell’agenda digitale sui territori ma anche di nuovi modelli di collaborazione tra enti locali, dalle Unioni di Comuni in poi. A questo proposito, la ricerca ci ha permesso di raccogliere anche dei primi dati interessanti su utilizzo di piattaforme tecnologiche e Unioni di Comuni, che saranno ulteriore elemento di discussione al tavolo del 25 ottobre”. Così Gianni Dominici, Direttore generale FPA che martedì a Trento presenterà i risultati del lavoro di ricerca.

Ad aprire i lavori saranno Ugo Rossi, Presidente della Provincia autonoma di Trento, Paride Gianmoena, Presidente del Consorzio dei Comuni Trentini, e Monica Mattevi, consigliere delegato all’Innovazione del Consorzio dei Comuni Trentini. Alle 9:45 l’intervento di Gianni Dominici, direttore di Fpa.

Alla prima tavola rotonda, a partire dalle 10:15, è prevista la partecipazione di Giovanni Vetritto, dirigente alla Presidenza del Consiglio dei ministri – Affari regionali; Paolo Testa, direttore dell’osservatorio smart city di Anci, Paolo Nicoletti, direttore generale della Provincia autonoma di Trento, Alessandro Ceschi, direttore generale del Consorzio dei Comuni Trentini e Gianni Dominici, Direttore di Fpa.

Alla seconda tavola rotonda, a partire dalle 11:15, parteciperanno Carlo Daldoss, Assessore agli EeLl della Provincia autonoma di Trento, Mario Pezzetta, Presidente dell’Anci Friuli Venezia Giulia, Adalberto Mosaner, sindaco di Riva del Garda, Luigi Gallo, responsabile innovazione e competitività Invitalia, e Michele Sartori, sindaco di Levico Terme e vicepresidente di Informatica Trentina SpA.

Per le conclusioni è stato invitato Gianclaudio Bressa, sottosegretario di Stato alla presidenza del Consiglio dei ministri. A moderare gli interventi durante la mattinata sarà Pierangelo Giovanetti, direttore del quotidiano l’Adige.

Argomenti trattati

Approfondimenti

F
FPA
P
Provincia Autonoma di Trento