L'INAUGURAZIONE

Accenture, via al nuovo Cyber Fusion Center di Milano

L’hub, che va ad aggiungersi a quello già attivo a Napoli, fornirà supporto alle aziende nella difesa dagli attacchi informatici. In campo le tecnologie più all’avanguardia, a partire dall’intelligenza artificiale generativa. Sul fronte servizi per la Pa due acquisizioni: Customer Management IT e SirfinPA

Pubblicato il 22 Dic 2023

Cybersecurity,Concept,Business,Man,Shows,How,To,Protect,Cyber,Technology

Si alza il sipario a Milano sul nuovo Cyber Fusion Center di Accenture, centro all’avanguardia per  offrire i servizi più innovativi nel settore della cybersecurity. Il centro, che si aggiunge a quello di Napoli, è un hub per la prototipazione di soluzioni di cyber resilience e cyber protection, che verranno ottenute combinando i servizi già disponibili con le moderne tecnologie di automazione intelligente, analisi avanzate, intelligenza artificiale generativa e integrated cyber defence, per garantire una protezione predittiva e proattiva contro la criminalità informatica. I Cyber Fusion Center di Napoli e Milano si inseriscono in un network di centri presenti in tutto il mondo, che operano in sinergia e condividono l’obiettivo di aiutare le organizzazioni a innovarsi per combattere sempre più efficacemente il cyber-crime, offrendo un accesso diretto ai servizi più avanzati a livello mondiale.

L’importanza della strategia preventiva

“Il nuovo Cyber Fusion Center di Milano permetterà alle aziende di avere accesso alle soluzioni più avanzate a livello globale e, allo stesso tempo, di beneficiare di un punto di riferimento locale per la protezione del proprio business digitale – spiega Marco Molinaro, Security Lead Italia, Centro Europa, Grecia, Accenture Più della metà dei Ceo in Italia pensa, erroneamente, che affrontare un attacco costerà meno che implementare misure di cybersecurity preventive, non considerando rischi come danni alla reputazione e possibili interruzioni operative, che possono comportare anche ingenti perdite economiche. In aggiunta, sebbene la maggior parte comprenda l’importanza della cybersecurity come fattore chiave per la crescita, la stabilità e la competitività della propria organizzazione, esiste un divario crescente tra questa consapevolezza e la conoscenza del panorama delle minacce informatiche”.

WEBINAR
14 Marzo 2024 - 12:00
GenAI e Security Operation: perché diventerà una integrazione inevitabile? Il parere degli esperti
Robotica
Machine Learning

“Solo un terzo ritiene di conoscere gli attori emergenti delle minacce e i costi potenziali per la propria azienda – aggiunge Molinaro – Il nostro obiettivo primario è proprio aiutare le aziende a integrare un framework di gestione del rischio informatico che permetta non solo di gestire le situazioni di crisi, ma anche di prevenirle. Infatti, all’interno del centro, i nostri esperti esplorano e implementano tecnologie e soluzioni che forniscono risposte concrete alle preoccupazioni dei nostri clienti, aiutandoli a rendere i loro business più resilienti in caso di cyberattacchi”.

Soluzioni customizzate di cybersecurity

Nel centro, che ha sede al People Hub di Milanofiori, ad Assago, è già attivo un team di esperti che, a partire da casi d’uso reali, progetta e sviluppa soluzioni customizzate di cybersecurity, “in un processo di co-creazione – spiega Accenture – che coinvolge e valorizza le competenze dei diversi talenti, mantenendo alto il focus sulle specifiche esigenze di business”.

Quattro gli ambiti chiave di ricerca e sviluppo su cui si focalizza il centro: Cloud Security, con lo sviluppo di soluzioni innovative per la gestione integrata della sicurezza su diversi fornitori di servizi cloud, OT Security, con l’obiettivo di identificare e risolvere rapidamente eventuali anomalie di sicurezza nell’ambito delle tecnologie operative, Simulazione di scenari di crisi, per identificare scenari di rischio e condurre simulazioni volte a migliorare la gestione di emergenze cyber, e applicazione dell’intelligenza artificiale generativa per la gestione degli incidenti, che fornirà una risposta più efficace e tempestiva nei casi di compromissioni cyber.

Il nuovo centro, inoltre, offrirà accesso anche a diversi servizi di sicurezza end-to-end, dalla Threat Intelligence alla gestione dell’identità digitale, dal rilevamento degli incidenti informatici fino a servizi di Digital Forensics e Incident Response.

Le acquisizioni di Customer Management IT e SirfinPA

Passando al campo della Giustizia e della Pubblica sicurezza, Accenture ha firmato l’accordo per l’acquisizione di Customer Management IT e SirfinPA, due società italiane che operano in stretta sinergia e offrono servizi e soluzioni tecnologiche innovative on quest’ambito. 

Fondate nel 2010, le due aziende hanno conosciuto negli anni una crescita costante che le ha portate a diventare punti di riferimento nel panorama italiano nel settore IT, spiega Accenture,  facendo leva su competenze chiave ed una profonda conoscenza dei processi e delle soluzioni a supporto della digitalizzazione dell’ecosistema della Giustizia italiana. Con sedi a Roma, Napoli, Rende (Cosenza), impiegano oggi complessivamente un team multidisciplinare di oltre 300 talenti.  

“A pochi giorni dall’annuncio dell’intenzione di acquistare Ammagamma in ambito Intelligenza Artificiale, proseguiamo nel percorso di crescita sul territorio italiano e di offerta di servizi alla Pubblica Amministrazione con la decisione di investire in due eccellenze caratterizzate da un significativo know-how nel comparto – spiega Mauro Macchi, presidente e amministratore delegato di Accenture Italia – Questa acquisizione, la prima di Accenture Italia esclusivamente dedicata ai servizi per il settore pubblico, avviene in coerenza con la nostra strategia di rafforzamento al Centro Sud e ha l’obiettivo di potenziare le capability a supporto della trasformazione della PA, oggi al banco di prova del Pnrr – attraverso sinergie che creeranno nuovo valore e ne accelereranno la trasformazione. Integrando i talenti e le competenze di Customer Management IT e SirfinPA nel network di Accenture, confermiamo la nostra ambizione di intensificare la collaborazione tra pubblico e privato e contribuire allo sviluppo del quoziente tecnologico del Paese”. 

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 5