L'ACCORDO

Aifa sbarca sul Polo Strategico Nazionale: focus sulla cybersicurezza

Si punta a favorire l’innovazione e la trasformazione digitale di dati e sistemi applicativi del garante del sistema farmaceutico nazionale, con un focus sulla sicurezza IT e sull’interoperabilità. Migrano 63 servizi

Pubblicato il 20 Dic 2023

Patrizia Licata

Presidente Palù e AD Iannetti

L’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) ha deciso di migrare tutto il proprio patrimonio informativo e sistemi su Polo strategico nazionale (Psn), nell’ambito della Strategia Cloud Italia e utilizzando i fondi Pnrr dedicati alle pubbliche amministrazioni centrali per la migrazione esclusiva su Psn.

Un ulteriore obbiettivo conseguito verso il raggiungimento dei target europei, all’interno della Missione 1.1 Infrastrutture digitali”, ha sottolineato l’amministratore delegato di Psn, Emanuele Iannetti.

“La migrazione su Psn e il lavoro che ci vedrà impegnati insieme, è e sarà fondamentale per accelerare e facilitare la gestione del sistema farmaceutico nazionale, la ricerca scientifica e, in una visione più ampia, un tassello ulteriore verso l’innovazione dell’intero sistema Paese”, ha affermato il presidente del CdA di Aifa, Giorgio Palù.

Cloud Italia, accordo tra Aifa e Polo strategico nazionale

L’accordo, sancito con la firma del contratto di adesione tra il sostituto direttore generale dell’Aifa, Anna Rosa Marra, favorisce l’innovazione e la trasformazione digitale di dati e sistemi applicativi dell’ente pubblico principale garante del sistema farmaceutico nazionale.

WHITEPAPER
Incentivi e Sostegni alle innovazioni nelle imprese: Strategie IT su cui puntare
Manutenzione predittiva
Additive Manufacturing

L’Aifa – si legge in una nota – ha individuato in Polo strategico nazionale un partner significativo per sviluppare l’infrastruttura tecnologica del prossimo futuro, sviluppando ulteriormente l’ampio programma di digitalizzazione e messa in sicurezza dei propri dati e servizi, nel quale è attualmente impegnata fin dal 2018.

La collaborazione tra Aifa e Psn rappresenta un passo significativo verso un futuro digitalmente avanzato e interoperabile per il settore pubblico italiano, prosegue la nota.

Dati e 63 servizi migreranno sul Psn

Il piano prevede la migrazione di 63 servizi, tra i quali il Portale istituzionale e azioni di re-platform e re-architect del parco applicativo permettendo un upgrade e una maggiore interoperabilità dei dati sanitari e scientifici, con i quali l’agenzia opera quotidianamente.

Il Polo strategico nazionale, certificato ai massimi livelli per l’infrastruttura e i servizi cloud, garantisce protezione, resilienza cibernetica, indipendenza, affidabilità e innovazione, mettendo a disposizione dell’agenzia il proprio know-how, affiancandola e supportandola durante tutto il progetto, confermandosi come principale abilitatore della trasformazione digitale delle Pubbliche amministrazioni.

“La nostra adesione a Polo strategico nazionale rappresenta una scelta decisiva che conferma la strategia del processo di trasformazione digitale già in corso per tutto il parco informativo e applicativo di Aifa”, ha dichiarato Palù.

“Il progetto di Polo strategico nazionale con Aifa conferma la validità e l’eccellenza delle soluzioni che offriamo alla Pubblica amministrazione”, ha ribadito Iannetti. “Siamo pronti a mettere a disposizione il nostro know-how e contribuire al processo di innovazione dell’agenzia, assicurando i massimi livelli di sicurezza, affidabilità e resilienza nella gestione di dati e servizi”.  

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Argomenti trattati

Personaggi

E
emanuele iannetti

Aziende

A
aifa

Approfondimenti

C
cloud italia
P
Pnrr
P
polo strategico nazionale

Articolo 1 di 3