Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

STRATEGIE

BT spinge sulla cybersecurity, a Parigi il nuovo hub

Il centro fornirà servizi avanzati di rilevamento degli incidenti, intelligence delle minacce, orchestrazione e automazione. Ampliate anche le strutture di Madrid e Francoforte

18 Giu 2019

F. Me.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

BT si rafforza nella cybersecurity.  La compagnia ha annunciato l’apertura a Parigi di un nuovo Cyber Security Operations Center (Cyber Soc), oltre al rinnovamento delle strutture e a nuove soluzioni per i clienti dei Soc di Madrid e Francoforte.

Il network globale dei Security Operations Center di BT, con 3000 specialisti della sicurezza, protegge BT da 125.000 attacchi informatici al mese, oltre ad offrire soluzioni di sicurezza a consumatori finali, governi ed aziende, compresi alcuni dei marchi più noti al mondo.

L’ultima serie di investimenti di BT consentirà una maggiore protezione ai clienti che si trovano a far fronte ai crescenti livelli di cybercrime, soprattutto quando implementano nuove tecnologie basate su cloud e Internet of Things. I clienti trarranno vantaggio dalla condivisione delle informazioni in tempo reale attraverso la rete globale dei Soc di BT, che si abbina a funzionalità interne come il supporto in lingua locale e il rispetto della normativa sulla protezione dei dati.

Nel dettaglio il Cyber Soc di Parigi fornirà servizi avanzati di rilevamento degli incidenti, intelligence delle minacce, orchestrazione e automazione. È stato inoltre progettato specificamente per soddisfare i requisiti della Pdis (Prestataires de Detection d’Incidents de Securitè) e della Direttiva europea Nis, che consentirebbe a BT di qualificarsi come fornitore di “Security Incident Detection Service”. Secondo la legge francese, le organizzazioni che gestiscono la Critical National Infrastructure possono contrattare solo con fornitori di sicurezza dotati di certificazione Pdis. Per BT il processo di qualificazione è attualmente in corso.

“La continua espansione delle nostre competenze nella sicurezza in Europa mostra l’impegno di BT a fornire servizi di eccellenza ai clienti della regione – spiega Kevin Brown, Managing Director di BT Security – Siamo sempre più considerati gli esperti più affidabili per mitigare le minacce informatiche e continuiamo a investire e ad assumere esperti per soddisfare la domanda. I nostri servizi sono progettati per soddisfare i più elevati standard al mondo nel rilevamento degli attacchi informatici e le esigenze in continua evoluzione dei nostri clienti”.

Nell’ambito dell’attività di espansione, il Cyber Soc BT di Madrid verrà presto trasferito in una nuova struttura appositamente realizzata, in cui lavoreranno circa 50 cyber esperti. Il Cyber Soc potenziato offrirà Cloud Siem (Security Incident & Event Management), mettendo in condizione gli esperti che vi operano di rilevare e porre rimedio ad attacchi cyber di tutti i tipi e generare su richiesta report di conformità che evidenzino in tempo reale lo stato di rischio dell’organizzazione.

Inoltre, dal prossimo luglio, il Soc BT di Francoforte offrirà servizi Cloud Siem direttamente ai clienti, armonizzando ulteriormente il portafoglio di servizi BT in Europa e nel mondo. Il Soc di Francoforte, aperto nel 2017, offre un’ampia gamma di servizi di sicurezza a clienti regionali e internazionali, assicurando che i loro dati siano gestiti e archiviati in conformità alla normativa tedesca.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

B
BT
C
cybersecurity

Articolo 1 di 5