Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

SECURITY

Cyberattacchi, Italia bersaglio eccellente. A rischio computer e Pos

Il nostro Paese tra i più colpiti dalle infezioni che attaccano i dispositivi di pagamento e quarto al mondo per numero di macro malware (file Word e Excel). Trend Micro: “I tentativi di attacco sono aumentati del 24% in un mese”

30 Mag 2018

Macro malware, infezioni Pos. Sono due fra le minacce informatiche per cui l’Italia sta “eccellendo” in questo scorcio di anno.  Tra marzo e aprile il nostro Paese risulta tra i più colpiti dalle infezioni PoS, anche se in calo, e si distingue come quarto  al mondo per numero di macro malware.

Le truffe Business Email Compromise, che hanno colpito l’Italia, arrivano a un totale di 23. Ma il dato importante è che l’Italia, in aprile, è il Paese dell’Europa centro-meridionale più colpito dai ransomware, con un totale del 13% di attacchi subiti. Solo la Romania ne ha incassati di più, raggiungendo il 31%.

Emerge da Smart Protection Network, fotografia scattata da Trend Micro secondo la cui rete globale cloud-based per il rilevamento delle minacce i tentativi di attacco sono aumentati del 24% rispetto al mese di marzo. Le soluzioni Trend Micro hanno infatti bloccato un totale di 3,6 miliardi di minacce, contro i 2,9 miliardi del mese precedente. Le minacce neutralizzate includono attacchi email, file e URL maligni e le nazioni più colpite sono state Stati Uniti, Cina e Francia.

Le famiglie ransomware sono aumentate del 59% in aprile, passando dalle 17 di marzo a 27, così come i ransomware che hanno colpito i dispositivi mobili, passati da 7.637 a 8.196 (+7%). In particolare, i malware per Android si confermano in crescita costante da gennaio e raggiungono i 230 milioni.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5