Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

LA PARTNERSHIP

Cybersecurity, Polizia di Stato e Wind Tre insieme contro gli hacker

A firmare l’accordo per la tutela delle reti e dei sistemi informativi dell’azienda Franco Gabrielli e Jeffrey Hedberg. Obiettivo: adottare strategie efficaci per la prevenzione e il contrasto del cybercrime

04 Ott 2018

A. S.

“Sviluppare una collaborazione strutturata tra la Polizia di Stato e le attività di Wind Tre per l’adozione di strategie sempre più efficaci in materia di prevenzione e contrasto al cybercrime”. E’ l’obiettivo dell’accordo siglato oggi da Franco Gabrielli, capo della Polizia e direttore generale della pubblica sicurezza e Jeffrey Hedberg, amministratore delegato di Wind Tre.

“Le piattaforme tecnologiche e i sistemi di rete di Wind Tre – si legge in una nota dell’operatore – costituiscono un asset fondamentale a tutela dell’interesse nazionale, grazie alle prestazioni fornite nell’ambito dei servizi di pubblica utilità. Wind Tre, infatti, considera la cybersercurity una priorità da tutelare insieme alla Polizia di Stato, attraverso interventi integrati che vanno dalla condivisione delle informazioni alla gestione congiunta dei piani operativi con i principali attori della sicurezza cibernetica”.

Il supporto dalla Polizia di Stato avverrà tramite il Centro Nazionale Anticrimine Informatico per la Protezione delle Infrastrutture Critiche (Cnaipic) del Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni, specializzato nella tutela delle reti informatiche, sia pubbliche che private, di importanza strategica per il Paese.

Ta le iniziative di collaborazione previste dall’accordo ci sono l’analisi dei rischi, lo scambio informativo, i rapporti previsionali sull’evoluzione del cybercrime e delle minacce informatiche, la gestione di eventi e situazioni critiche con il supporto della sala operativa.

Alla firma della convenzione erano presenti, conclude il comunicato, Roberto Sgalla direttore centrale per la Polizia stradale, ferroviaria, delle comunicazioni e per i reparti speciali della Polizia di Stato, Nunzia Ciardi, direttore del servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni, Massimo Angelini, direttore Pr internal & external communication, e Vincenzo Folino, direttore Litigation, security & lawful data services.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5