L’INTERVENTO

Cybersecurity, Profumo: “Serve uno scudo digitale per garantire i servizi essenziali”

Conto alla rovescia verso il Cybertech Europe 2022, che si terrà a Roma il 10 e 11 maggio. L’Ad di Leonardo: “Dobbiamo e possiamo fare di più, per anticipare i rischi, migliorare la consapevolezza delle minacce e far fronte agli attacchi in modo sistemico e cooperativo”

29 Apr 2022

A. S.

cybertech italy

“In un mondo sempre più interconnesso, la protezione di dati e infrastrutture digitali ha un ruolo chiave per la nostra sicurezza. Uno scudo digitale serve a garantire servizi essenziali nella vita di tutti i giorni e salvaguardare settori critici come quello energetico, dei trasporti, delle comunicazioni. Dobbiamo e possiamo fare di più, per anticipare i rischi, migliorare la consapevolezza delle minacce e far fronte agli attacchi in modo sistemico e cooperativo”. Lo afferma Alessandro Profumo, amministratore delegato di Leonardo, presentando la quinta edizione di Cybertech Europe, evento organizzato insieme a Cybertech Global e dedicato al networking, alle innovazioni tecnologiche, al cyber business e alla cyber diplomacy, che si terrà al centro congressi La Nuvola di Roma il 10 e l’11 maggio.

“Anche l’Europa e le sue istituzioni si stanno muovendo in tal senso, incorporando azioni di contrasto alle minacce cyber nelle proprie strategie di Difesa – prosegue Profumo – Nel costruire capacità di difesa comuni, oltre a disporre delle tecnologie necessarie, abbiamo bisogno di diffondere una più solida cultura della sicurezza e creare le competenze necessarie ad affrontare le sfide del presente e del futuro. Cybertech è il forum internazionale di riferimento dove poterci confrontare su questi temi”.

A Cybertech Europe è prevista la partecipazione dei principali esperti internazionali in materia di cybersecurity, oltre ai rappresentanti delle istituzioni e del mondo accademico ed economico. Ma i visitatori potranno contare anche su una vasta area espositiva e su un fitto calendario di convegni dai contenuti innovativi per gli addetti ai lavori, con panel di discussione, sessioni di break-out e tavole rotonde a tema cyber e UE, sicurezza nazionale, i nuovi talenti informatici, FinSec, sicurezza del cloud, infrastrutture strategiche, spazio, energia, mobilità e molto altro.

“Siamo entusiasti di tornare a Roma dopo la pausa di due anni causata dall’emergenza sanitaria globale – afferma Amir Rappaport, founder di Cybertech – Quest’anno siamo di nuovo onorati di accogliere gli esperti e i leader europei e mondiali della cybersecurity, che si ritroveranno insieme per esplorare nuove soluzioni e discutere sui temi che impattano la cyber technology oggi”.

Tra gli speaker e i relatori che prenderanno parte alla due giorni hanno confermato la loro presenza Franco Gabrielli, sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Roberto Baldoni,  direttore generale dell’Agenzia per la Cybersicurezza Nazionale, Olivier Onidi, vice direttore generale per Migrazione e Affari interni della Commissione europea, Alessandro Profumo, amministratore delegato di Leonardo, Matt Fussa, trust strategy officer di Cisco e Adam Philpott, chief revenue officer di Trellix.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5