L'INIZIATIVA

Cybersecurity, ReeVo apre a Catania il nuovo hub

La Pmi innovativa ha messo a frutto la collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria Elettrica, Elettronica e Informatica dell’ateneo siciliano per dare vita a un polo d’eccellenza in ambito R&D. Borse di studio per il 2022

10 Mag 2022

Domenico Aliperto

ReeVo inaugura a Catania un centro d’eccellenza focalizzato su ricerca, analisi e sviluppo delle soluzioni di cybersecurity.

La collaborazione con l’Università di Catania

Il polo nasce dalla collaborazione della Pmi Innovativa specializzata nella fornitura di soluzioni Cloud & Cybersecurity con il Dipartimento di Ingegneria Elettrica, Elettronica e Informatica dell’Università di Catania. Tra gli obiettivi principali di questa cooperazione, sussiste la volontà di creare un laboratorio a tutto tondo come acceleratore nella ricerca e sviluppo delle soluzioni e tecnologie di cybersecurity, valorizzando e supportando lo sviluppo dell’incredibile bacino di talenti italiani. Proprio per questo motivo, nel corso del 2022, ReeVo sponsorizzerà due borse di studio.

WHITEPAPER
Comunicazioni professionali: le tue sono davvero protette?
Legal
Sicurezza

Il Dipartimento di Ingegneria Elettrica Elettronica e Informatica di Catania rappresenta un importante centro in Italia per la formazione dei giovani talenti che vogliono approfondire le tematiche attuali e future legate alla cybersecurity. Con questa collaborazione, ReeVo intende proseguire con decisione nel proprio percorso di sviluppo, dando anche un’importante centralità alle tematiche sociali, si legge in una nota della società.

Trattenere i talenti sul territorio

“Per un’azienda italiana come ReeVo, che crede nella centralità di questo Paese, è una grande soddisfazione stimolare e coinvolgere i brillanti talenti italiani che bussano alle porte delle nostre università”, commenta Antonio Giannetto, Amministratore Delegato di ReeVo. “I nostri giovani potranno collaborare e contemporaneamente studiare, analizzare e proporre nuovi modi e nuovi strumenti per proteggere al meglio il patrimonio dei dati, sia delle aziende che della Pubblica Amministrazione”.

Daniela Giordano, Professoressa Ordinaria di Sistemi di Elaborazione dell’Informazione dell’Università di Catania, aggiunge: “Accogliamo l’iniziativa di ReeVo con grande interesse ed entusiasmo per gli obiettivi concreti e rilevanti che si prefigge di raggiungere. Grazie a questa collaborazione i nostri corsi di studio, che già formano valenti ed apprezzate figure professionali, potranno incrementare le opportunità di formazione all’avanguardia in un settore di punta che sarà sempre più strategico. Ma il vero impatto atteso riguarda un aspetto ancora più importante, ovvero sostenere efficacemente il circolo virtuoso per cui alimentando l’offerta di lavoro di alto profilo si possono trattenere nel nostro territorio i nostri migliori talenti”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5