Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

CYBERTECH 2019

Cybersecurity, Tofalo: “In Italia passi avanti, ma bisogna investire di più “

Il sottosegretario alla Difesa: “Diamoci da fare perchè la tecnologia va avanti spedita. Più formazione per i nativi digitali”

24 Set 2019

F. Me

“L’Italia sta facendo significativi passi avanti nel settore cibernetico, ma c’è ancora molto che possiamo e dobbiamo fare, come ad esempio investire nell’innovazione tecnologica per eccellere a livello globale”. Lo ha detto il sottosegretario alla Difesa, Angelo Tofalo, nella sessione plenaria della terza edizione di Cybertech Europe.

”Diamoci da fare perché la tecnologia cambia continuamente – ha poi sottolineato – e per tutelare i giovani nativi digitali dalle minacce informatiche dobbiamo formare le nuove generazioni alla cybersecurity”.

“Come Difesa organizzeremo un futuro Comando Spazio per le attività spaziali  che sarà il braccio operativo della governance istituita sotto Palazzo Chigi”, ha concluso il sottosegretario.

Studi di settore, presentati al Cybertech, evidenziano che a livello globale i cyber attacchi gravi sono aumentati nell’ultimo biennio di dieci volte rispetto a quello precedente, con 1.552 attacchi nel solo 2018. Sono inoltre cresciuti del 57% i crimini di spionaggio cyber con finalità geopolitiche o di tipo industriale, tra cui il furto di proprietà intellettuale.  Il mercato della sicurezza informatica sta attraversando una fase di boom, con un valore globale stimato di circa 180 miliardi di dollari nel 2021.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

A
angelo tofalo

Approfondimenti

C
cybersecurity
C
cybertech 2019

Articolo 1 di 4