Digital360, vola la cybersecurity di P4I. Il ceo Faggioli: “Nel 2021 aumentiamo investimenti” - CorCom

I RISULTATI

Digital360, vola la cybersecurity di P4I. Il ceo Faggioli: “Nel 2021 aumentiamo investimenti”

In crescita del 14% a 1,5 milioni i ricavi della practice di Information & Cyber Security della controllata Partners4Innovation, specializzata in advisory e coaching a supporto dell’innovazione digitale di imprese e PA. Forte accelerazione sull’offerta as-a-service

08 Apr 2021

Ricavi 2020 in crescita del 14% per la practice di Information & Cyber Security di P4I-Partners4Innovation, la controllata di Digital360 che offre servizi di Advisory e Coaching a supporto dell’innovazione digitale a imprese e pubbliche amministrazioni e che tra le aree di maggiore specializzazione e competenza vanta attività e servizi di sicurezza informatica.

In dettaglio, il fatturato è passato da 1,3 milioni a 1,5 milioni di euro anche e soprattutto sull’onda dei nuovi servizi ricorrenti e ad abbonamento (Advisory As-A-Service) – basati su contratti annuali o pluriennali con tariffazione periodica – su cui l’azienda ha investito per fare fronte ad un’impennata delle cyberminacce a livello nazionale e internazionale. Stando ai dati del rapporto Clusit infatti nell’anno della pandemia sono stati registrati 1.871 attacchi gravi con un aumento del 12% sul 2019.

“In un anno complesso per gli effetti della crisi causata dall’emergenza sanitaria, la practice Information & Cyber Security mostra risultati positivi e la conferma della fiducia dei clienti, grazie a una proposta di advisory in cui la sicurezza informatica è concepita in modo integrato nel percorso di trasformazione digitale delle organizzazioni – sottolinea Gabriele Faggioli, ceo di Digital360 -. I buoni risultati sono frutto della diversificazione in diversi settori e dimensioni aziendali, degli investimenti in nuove competenze e tecnologie, e della scelta di puntare su servizi ricorsivi ad abbonamento attraverso l’ingegnerizzazione dei processi e una migliorata capacità di erogazione”.

Grazie a metodologie e tecnologie proprietarie e ad un approccio ingegnerizzato – spiega l’azienda – sono cresciuti molto i servizi “Ciso 360 – Cybersecurity As-A-Service, che consentono alle aziende clienti di esternalizzare in parte o interamente a P4I-Partners4Innovation le attività legate al presidio della sicurezza informatica e, in alcuni casi, anche la figura stessa del Chief Information Security Officer, la cui responsabilità è di sviluppare una strategia aziendale affinché i beni d’informazione e le tecnologie aziendali siano adeguatamente protetti, fornendo al contempo anche la piattaforma tecnologica necessaria per gestire gli adempimenti della normativa. Una strategia che ha portato ad una crescita dei ricavi dei servizi ricorsivi in abbonamento del 162% rispetto al 2019. I servizi di cyber security sono inoltre fortemente integrati nelle altre linee di offerta del Gruppo (audit&compliance, legal, ITgovernance e Innovation), quindi con l’offerta ai clienti di servizi multidisciplinari e distintivi ad alto valore aggiunto.

E l’azienda rilancia: “Per il 2021 – annuncia Faggioli – la strategia prevede un ulteriore investimento in persone e formazione, con un consolidamento dei servizi as a service al centro della nostra proposta innovativa unitamente all’utilizzo di tool informatici già sviluppati e in corso di realizzazione”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4