Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

LAVORO

Gli 007 italiani cercano esperti di cybersecurity: via al recruiting

L’iniziativa fa parte di una più ampia campagna di assunzioni dell’intelligence, che assumerà anche profili specializzati in materie umanistiche, economiche, giuridiche e internazionali

01 Apr 2019

A. S.

Tra i profili che l’intelligence italiana programma di assumere a breve ci sono anche quelli di una serie di esperti in cybersecurity, “a sostegno delle più recenti iniziative avviate dal governo in materia di protezione cibernetica e sicurezza informatica nazionali”. Competenze richieste: ricerca, monitoraggio, analisi e contrasto alle minacce informatiche.

Più in generale la nuova tornata di assunzioni del Dis è mirata a “giovani interessati a far parte del personale del comparto Intelligence che intendono dare un concreto contributo alla missione del Dis, dell’Aise e dell’Aisi a tutela degli interessi strategici nazionali in campo politico, militare, economico, scientifico ed industriale. Si tratta – si legge in una nota del Dipartimento per le informazioni della sicurezza della Presidenza del Consiglio dei ministri – di un’occasione che chiede ai giovani anche una sentita adesione ai valori che caratterizzano il Sistema di informazione della sicurezza della Repubblica: la lealtà, la riservatezza, il coraggio, il segno di patriottismo, la proiezione verso il futuro”.

La ricerca si rivolge alle eccellenze con una formazione specifica in settori come le discipline umanistiche, economiche, giuridiche, internazionali, ma anche figure tecniche con elevate conoscenze linguistiche, che abbiano capacità di analisi, o esperienze maturate in aree, organizzazioni e/o organismi esteri.

I curriculum che arriveranno al dipartimento saranno sottoposti a una serie di procedure selettive, a partire da uno screening preliminare, e da una seconda fase in cui vengono verificati i profili di professionalità, affidabilità e sicurezza dei candidati.

Questo avviso di ricerca, specifica il Dis, non è l’unico dei canali di reclutamento consentiti dalla riforma del Comparto decretata dalla delle numero 124 del 3 agosto 2007: per tutti gli altri profili rimane la possibilità di presentare candidature spontanee attraverso la sezione “lavora con noi” del sito www.sicurezzanazionale.gov.it, “Così come attivo – spiega il dipartimento – resta lo scouting presso gli Atenei nazionali per neolaureati che hanno chiuso gli studi con una votazione apicale”.

Gli interessati potranno inviare il loro curriculum dopo essersi registrati al sito, entro le ore 12 del 10 maggio 2019.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

D
Dis

Approfondimenti

C
cybersecurity
I
intelligence

Articolo 1 di 5