GUERRA UCRAINA

Kaspersky fuori dai giochi? Niente affatto, fioccano i progetti in Europa

Due le iniziative annunciate nelle ultime ore dall’azienda russa: la partecipazione al progetto Consent a livello Ue per la sensibilizzazione sugli impatti negativi della pornografia e l’ottenimento del bollino blu da Av-Test Institute per la cybersecurity dei bambini su dispositivi Android, Windows e iOs

24 Mar 2022

Mi Fio

bambini-internet-150512113757

La partecipazione al progetto Consent a livello Ue per la sensibilizzazione sugli impatti negativi della pornografia e l’ottenimento del bollino blu da Av-Test per la cybersecurity dei bambini su dispositivi Android, Windows e iOs: queste le due notizie annunciate da Kasperky nel giro delle ultime ore. L’azienda russa continua dunque a operare a livello europeo nonostante le strette annunciate da vari Paesi per limitare il raggio di azione ai software russi per questioni di sicurezza a seguito dello scoppio del conflitto in Ucraina.

La prima notizia riguarda la partecipazione di Kasperky al progetto Consent lanciato a livello Ue per sensibilizzare i giovani, i genitori, gli insegnanti e le istituzioni sull’impatto negativo della pornografia, per prevenire tutte le forme di violenza di genere con particolare attenzione alla violenza sessuale, e ostacolare gli effetti della sessualizzazione prematura e dell’ipersessualizzazione tra i bambini e i giovani. A partire da febbraio 2022, cinque partner provenienti da Spagna, Italia, Svezia e Germania hanno unito le forze per lavorare al progetto che la Commissione europea ha scelto di sostenere con il suo programma Citizens, Equality, Rights and Value (Cerv).

Il progetto Consent è sviluppato da un team internazionale interdisciplinare composto da Fundacion Blanquerna, organizzazione di ricerca e formazione all’interno della Facoltà di Psicologia, Educazione e Scienze motorie dell’Università Ramon Llull – Coordinamento e supporto scientifico; l’italiana Cam -Centro di Ascolto Uomini Maltrattanti Onlus, Ong e programma per uomini autori di violenza incentrato sull’intervento nella violenza contro donne e bambini promuovendo il lavoro con uomini che agiscono violentemente nelle relazioni affettive: Conexus, Ong senza scopo  di lucro con la violenza di genere come principale campo di competenza e attività, offrendo programmi di intervento per donne, bambini e giovani e per i perpetratori di sesso maschile; Unizon che rappresenta oltre 130 rifugi per donne svedesi, centri di empowerment per giovani donne e altri servizi di supporto che lavorano insieme per una società di parità di genere libera dalla violenza; Wwp-En la rete europea per il lavoro con gli autori di violenza domestica. E last but not least Kaspersky.

La seconda notizia riguarda il riconoscimento a Kaspersky da parte di AV-Test Institute, l’istituto tedesco indipendente,  del “bollino blu” per la cybersecurity relativamente alla soluzione Safe Kids per la protezione dei bambini su dispositivi Android, Windows e ioS. “AV-Test ha evidenziato un elevato livello di rilevamento delle categorie di siti web e la capacità di gestirne l’accesso. I risultati hanno anche mostrato un livello affidabile di limitazioni applicate a pagine web inappropriate, caratteristica che rende la navigazione dei più piccoli ancora più sicura”, si legge sulla nota inviata dall’azienda in cui si evidenzia che Kaspersky Safe Kids è riuscito a bloccare complessivamente il 90% dei link potenzialmente inappropriati su Windows e l’85% su Android. Il risultato più alto tra le categorie di contenuti bloccati è stato registrato in “contenuto per adulti” – su Windows dove il 100% dei link è stato rilevato e bloccato. È importante segnalare che Kaspersky Safe Kids è in grado di bloccare siti web appartenenti a 14 diverse categorie e di 15 lingue.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 2