Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

IL BANDO

La Ue a caccia di consulenti per la cybersecurity: ecco il bando

Il bando lanciato dall’Agenzia per la formazione dei funzionari delle autorità di contrasto, che ha sede a Budapest. Tra le competenze richieste quelle su criminalità e sicurezza informatica, indagini finanziarie e reclutamento dei foreign fighters

12 Gen 2018

A. S.

L’Unione europea cerca consulenti per la formazione dei propri funzionari contro la criminalità informatica, che siano esperti sulle modalità di azione della criminalità informatica, sulla cybersecurity e sulle sue applicazioni in ambito forense e per la lotta ai fenomeni terroristici, ma anche nelle indagini finanziarie per il recupero dei beni.

A lanciare il bando, che è permanente, e per questo non ha una data di scadenza, è la Cepol, l’Agenzia dell’Unione europea per la formazione dei funzionari delle autorità di contrasto, che ha sede a Budapest. Tra le altre competenze richieste nel bando, pubblicato su sito di public procurement dell’Ue, il Ted (Tenders electronic daily), ci sono quelle sulle operazioni di sicurezza negli aeroporti, sul rilevamento, il contrasto e la prevenzione del radicalismo su Internet e sui social media.

Man mano che esaminerà le proposte ricevute, la Cepol potrà chiedere ai candidati ulteriori documentazioni, come le prove documentali che certifichino le loro competenze.

Quanto ali compensi, i professionisti che hanno tra i 5 e i 10 anni di esperienza riceveranno 250 euro per ogni ora di lavoro, oltre alle spese della trasferta, mentre chi potrà ventare un’esperienza più lunga di dieci anni riceverà 450 euro per ogni ora.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti sono chiusi.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link