Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

CYBERCRIME

Le aziende tedesche sotto attacco hacker, anche Siemens nel mirino

Violazioni informatiche anche in Basf, Henkel e altre blue-chip in Germania. Secondo i media ci sarebbe la Cina dietro le azioni, ma le aziende coinvolte non confermano

25 Lug 2019

Antonio Dini

Le società tedesche del settore come BASF, Siemens, Henkel e decine di altre hanno dichiarato ieri di essere state vittime di attacchi informatici, confermando un rapporto dei media tedeschi secondo il quale il probabile colpevole era un gruppo cinese appoggiato da Pechino.

L’emittente pubblica tedesca ARD ha affermato che gli hacker hanno utilizzato un tipo di malware chiamato Winnti, che consente agli aggressori di accedere in remoto alla rete di computer della vittima. L’ARD ha detto che un’analisi del codice malware ha mostrato quali aziende sono state prese di mira dal gruppo che probabilmente lavorava per il governo cinese.

Oltre alle aziende tedesche nominate, gli hacker hanno preso di mira anche aziende come il produttore di droga Roche, il gruppo alberghiero Marriott, la compagnia aerea Lion Air, il conglomerato Sumitomo e il gruppo chimico Shin-Etsu.

Il conglomerato industriale Siemens, il produttore di shampoo Henkel e il gruppo farmaceutico svizzero Roche hanno confermato di essere stati colpiti da “Winnti”, mentre BASF e Covestro hanno confermato in modo più generico di essere stati attaccati.

Tutti hanno affermato che nessuna informazione sensibile è stata rubata, mentre nessuna delle società ha commentato se gli attacchi fossero stati lanciati da hacker cinesi.

Shin-Etsu, Sumitomo, Lion Air, Marriott e Valve hanno rifiutato di commentare le notizie degli attacchi.

All’inizio di quest’anno il produttore farmaceutico Bayer ha dichiarato che aveva subito un attacco informatico che riteneva fosse stato preparato in Cina, evidenziando il rischio di furto di dati e interruzione dei servizi per le grandi aziende. Nel 2016 c’era già stato un attacco di Winnti ai sistemi informatici in Germania, in particolare al gruppo tecnologico ThyssenKrupp.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

C
cybersecurity
G
germania
H
hacker

Articolo 1 di 5